Archive for Settembre 24th, 2012

  • cari compagni come espresso dal comunicato stampa dell’USB e del presidio con sciopero, fatto venerdi 21 settembre davanti la FOMAS di Osnago in solidarieta’ del delegato usb Giuseppe Coletti, per dare seguito alla solidarieta’, per chiedere il ritiro del licenziamento ed il reintegro, sopratutto in previsione dell’incontro che avverra’ questo pomeriggio tra’ proprieta’, confindustria e segretario USB dove verra’ discussa una soluzione alternativa al licenziamento, gia’ da ieri sera e’ stato allestito un camper ben attrezzato, dove il compagno Coletti presidiera’ il cancello principale con la presenza costante di operai e colleghi fino alla decisione definitiva. Se, dopo l’incontro […] 0

    FOMAS PRESIDIO OPERAIO

    cari compagni come espresso dal comunicato stampa dell’USB e del presidio con sciopero, fatto venerdi 21 settembre davanti la FOMAS di Osnago in solidarieta’ del delegato usb Giuseppe Coletti, per dare seguito alla solidarieta’, per chiedere il ritiro del licenziamento ed il reintegro, sopratutto in previsione dell’incontro che avverra’ questo pomeriggio tra’ proprieta’, confindustria e segretario USB dove verra’ discussa una soluzione alternativa al licenziamento, gia’ da ieri sera e’ stato allestito un camper ben attrezzato, dove il compagno Coletti presidiera’ il cancello principale con la presenza costante di operai e colleghi fino alla decisione definitiva. Se, dopo l’incontro […]

    Continue Reading

  • In galera i capi del crimine. Caro Operai Contro I politici sono entrati in clima di elezioni con l’acquolina in bocca: un’altra torta da spartire. I loro programmi elettorali nonostante non siano ancora stati presentati, sono ben chiari: – rubare [k]legalmente[k] con stratosferici stipendi – rubare illegalmente come di consuetudine e come parlano le cronache quotidiane. In questi giorni tocca alla giunta Regionale del Lazio, primeggiare sui media la classifica del crimine, ma la ruberia e’ generalizzata. Mandiamoli tutti in galera, liberiamo tutti quanti sono stati costretti a delinquere schiacciati da una condizione sociale insostenibile. Saluti da un lettore. […] 0

    IN GALERA I CAPI DEL CRIMINE

    In galera i capi del crimine. Caro Operai Contro I politici sono entrati in clima di elezioni con l’acquolina in bocca: un’altra torta da spartire. I loro programmi elettorali nonostante non siano ancora stati presentati, sono ben chiari: – rubare [k]legalmente[k] con stratosferici stipendi – rubare illegalmente come di consuetudine e come parlano le cronache quotidiane. In questi giorni tocca alla giunta Regionale del Lazio, primeggiare sui media la classifica del crimine, ma la ruberia e’ generalizzata. Mandiamoli tutti in galera, liberiamo tutti quanti sono stati costretti a delinquere schiacciati da una condizione sociale insostenibile. Saluti da un lettore. […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, si preparano le elezioni del 2013. Primarie del Pd, Casini tifa per il Monti bis, la piccola borghesia guidata da Grillo si vendichera’ alle elezioni. Gia’ oggi vota meno del 50%. Per governo del popolo i borghesi intendono l’elezione di un piccolo numero di rappresentanti dei partiti politici borghesi eletti dal popolo a suffragio universale. Ladri e puttanieri, daranno il cambio a ladri e puttanieri. A mio parere, la democrazia operaia e’ cosa diversa. Quando gli operai prendono il potere la prima cosa da fare e’ quella di eliminare il diritto al voto per le […] 0

    LA SFIDA ELETTORALE DEI BORGHESI

    Redazione di operai Contro, si preparano le elezioni del 2013. Primarie del Pd, Casini tifa per il Monti bis, la piccola borghesia guidata da Grillo si vendichera’ alle elezioni. Gia’ oggi vota meno del 50%. Per governo del popolo i borghesi intendono l’elezione di un piccolo numero di rappresentanti dei partiti politici borghesi eletti dal popolo a suffragio universale. Ladri e puttanieri, daranno il cambio a ladri e puttanieri. A mio parere, la democrazia operaia e’ cosa diversa. Quando gli operai prendono il potere la prima cosa da fare e’ quella di eliminare il diritto al voto per le […]

    Continue Reading

  • Vivono e lavorano a oltre 200 chilometri di distanza. Eppure, per condizioni, i lavoratori degli stabilimenti Fiat di Cassino e Melfi sono vicinissimi. Tute blu a meta’, al lavoro solo tre giorni a settimana. Sempre che l[k]azienda non decida di tenere chiusi i cancelli della fabbrica per periodi di tempo prolungati, come tra ottobre e novembre, quando saranno tre le settimane di cassa integrazione. [k]L[k]operaio Fiat puo’ anche dire che al 50% e’ dipendente dello Stato, perche’ 12 giorni ce li paga Marchionne e il resto i contribuenti, l[k]Inps[k]. Ma la preoccupazione vera degli operai e’ un[k]altra: se Fiat […] 0

    OPERAI FIAT, LA ROULETTE RUSSA

    Vivono e lavorano a oltre 200 chilometri di distanza. Eppure, per condizioni, i lavoratori degli stabilimenti Fiat di Cassino e Melfi sono vicinissimi. Tute blu a meta’, al lavoro solo tre giorni a settimana. Sempre che l[k]azienda non decida di tenere chiusi i cancelli della fabbrica per periodi di tempo prolungati, come tra ottobre e novembre, quando saranno tre le settimane di cassa integrazione. [k]L[k]operaio Fiat puo’ anche dire che al 50% e’ dipendente dello Stato, perche’ 12 giorni ce li paga Marchionne e il resto i contribuenti, l[k]Inps[k]. Ma la preoccupazione vera degli operai e’ un[k]altra: se Fiat […]

    Continue Reading

  • [k]Cari consiglieri regionali del Pd, vi scrivo questa lettera perche’ non facendo parte della direzione del partito non posso intervenire lunedi e dirvi le stesse cose in faccia, guardandovi negli occhi. Da una settimana avete avuto la possibilita’ di mandare a casa la destra del Lazio, mandando definitivamente in pezzi il partito di Berlusconi e avviando un processo a catena che avrebbe fatto saltare, come dice lo stesso Berlusconi, Campania e Lombardia. Da una settimana avete preferito tacere, limitandovi a qualche comunicato stampa, all[k]annuncio di una mozione di sfiducia della quale non si ha traccia, alla richiesta di dimissioni […] 0

    ROMA, I POLITICI DEL Pd

    [k]Cari consiglieri regionali del Pd, vi scrivo questa lettera perche’ non facendo parte della direzione del partito non posso intervenire lunedi e dirvi le stesse cose in faccia, guardandovi negli occhi. Da una settimana avete avuto la possibilita’ di mandare a casa la destra del Lazio, mandando definitivamente in pezzi il partito di Berlusconi e avviando un processo a catena che avrebbe fatto saltare, come dice lo stesso Berlusconi, Campania e Lombardia. Da una settimana avete preferito tacere, limitandovi a qualche comunicato stampa, all[k]annuncio di una mozione di sfiducia della quale non si ha traccia, alla richiesta di dimissioni […]

    Continue Reading