FOMAS, SCIOPERO TOTALE CONTRO IL LICENZIAMENTO DI COLETTI

Condividi:

Fomas Osnago (Lc)

Sciopero totale contro il licenziamento di Coletti.

Caro Operai Contro

La Fomas e’ totalmente ferma. Anche le lavorazioni a caldo bruciano ossigeno e basta.
Questa e’ la risposta al licenziamento dell’operaio delegato RSU, Pino Coletti.
Prima dell’alba sui cancelli il picchetto operaio, preveniva tentativi di crumiraggio nello sciopero di 8 ore per turno.
Il picchetto si ingrossa, anche per l’arrivo di molti operai che non sapevano dello sciopero deciso la sera prima, poco dopo che a Pino Coletti, mezzora prima del fino turno, venisse consegnata la lettera di licenziamento con decorrenza immediata, tempo 10 minuti per lasciare la fabbrica.
Col passare delle ore sono ormai centinaia gli operai sui 2 cancelli che aderiscono allo sciopero, compreso qualche gruppetto di impiegati.
Solo la moglie semi isterica di un ex direttore della Fomas, vorrebbe provocare per attirare l’attenzione dei carabinieri e della polizia li vicini, ma dal picchetto nessuna abbocca all’amo della provocazione. L’eroina allora cambia cancello, qui investe deliberatamente con la bicicletta un operaio sul picchetto, si becca dalle forze dell’ordine una denuncia ed una diffida ad avvicinarsi ai picchetti sui cancelli.
Ad un certo punto dal picchetto parte la richiesta di un incontro informale tra una delegazione operaia e i vertici della Fomas, per chiedere il ritiro del licenziamento di Coletti, in cambio della rimozione del blocco.
La risposta prima di mezzogiorno non e’ ancora arrivata.
Arrivera’ sicuramente tra poco il 2[k] turno ad ingrossare il presidio sui 2 cancelli.

FOMAS di Cernusco Lambardone

Anche alla Fomas di Cernusco Lombardone su 30 operai, 28 hanno scioperato

Saluti dai cancelli presidiati dagli operai in sciopero della Fomas.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.