LE BALLE DI MARCHIONNE

Condividi:

La Fiat va verso il fallimento.

Gli operai passeranno dalla cassa integrazione al licenziamento.

Marchionne il ballista affermava: [k]E[k] un mese non bello in Italia. Si prevede un -20% rispetto al 2011mai visto numero cosi basso in vita mia[k], ha detto questa mattina aggiungendo – mentre Federconsumatori gli ricordava a distanza che mantenere un[k]auto costa mediamente 7.073 euro l[k]anno – che le vendite sono [k]totalmente in linea con le previsioni[k] e che l[k]andamento e’ [k]esattamente la direzione opposta rispetto al Brasile e al Nord America che ovviamente sono andati alla grande[k].

Non la pensa cosi il Wall Street Journal, che non piu’ tardi di tre giorni fa ha scritto che la partenza lenta delle vendite della novita’ piu’ importante di Chrysler per il 2012, la Dodge Dart, [k]causa un problema al piano di rilancio del ceo Sergio Marchionne, costruito su forti vendite e guadagni di quote di mercato[k]. Secondo il quotidiano economico, infatti, la prima compatta lanciata da Chrysler in sette anni, e’ [k]un primo importante test della visione di Marchionne di integrare le due societa’ in un singolo produttore globale[k] che [k]usa la tecnologia Fiat per aiutare Chrysler a diventare un player nel mercato delle auto di piccola e media cilindrata[k], ma [k]a giugno e luglio, i suoi due primi mesi sul mercato, Chrysler ha venduto 974 Dart. La Honda solitamente vende piu’ Civic negli Stati Uniti in un solo weekend[k][k].

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.