Ilva Taranto,lo SLAI-COBAS F[k] IL MAGO

Condividi:

Ilva Taranto.
Slai Cobas fa sparire la nocivita’ e spaccia il salario come reddito.

Egregio Direttore,
mando queste poche righe in riferimento all’articolo Slai Cobas/Ilva, pubblicato ieri su Operai Contro.
E’ a dir poco scandaloso, Slai Cobas di Taranto che si autoproclama [k]per il sindacato di classe[k], disinvoltamente parla di [k]reddito[k] operaio invece di salario.
Salario e reddito non sono la stessa cosa.
Il salario e’ il prezzo che il padrone paga all’operaio perche’ questi, gli vende la propria forza lavoro.
Il reddito e’ frutto della spartizione sociale del plusvalore estorto agli operai.
Considerare il reddito alla stregua del salario, vuol dire nascondere che gli operai, pagati con il salario, producono una ricchezza (plusvalore) per tutta la societa’, ridistribuita sotto forma di profitto e di reddito. Gli operai non rientrano in questa spartizione perche’ gia’ pagati col salario.
Ristabilito quindi che gli operai [k]non vivono di reddito[k], rimane grave cio’ che e’ scritto nell’insieme della frase, nella quale ignorando bellamente il problema della nocivita’, Slai Cobas Taranto in sostanza afferma che la grande maggioranza operaia, non vuole chiudere la fabbrica, perche’ meglio essere pagati lavorando, piuttosto che [k]vivere di reddito[k].
Sul reddito non ci torniamo.
Piuttosto e’ madornale la mistificazione che Slai Cobas Taranto tenta di far passare per negare che gli operai dell’Ilva, debbano essere pagati al 100% del salario, durante la bonifica, e finche’ questa non sara’ ultimata, debbano stare fuori dalla fabbrica.
Travisare questi semplici concetti, mistificando quel che sta avvenendo all’Ilva, vuol dire mettersi dalla parte del padrone, del governo, del sindacalismo venduto, di tutti quanti per non fermare l’accumulazione del profitto, si oppongono a mettere in sicurezza gli operai durante la bonifica, si oppongono che siano pagati a salario pieno.
Percio’ Slai Cobas Taranto, puo’ ben dire a pieno titolo di lavorare [k]per il sindacato di classe[k], la classe dei padroni.
Cordiali saluti da un lettore

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.