INDIA, LOTTE OPERAIE SETTORE AUTO

Condividi:

India, lotte operaie

Wsws 120723

India: Maruti Suzuki lancia una caccia alle streghe contro i lavoratori

Arun Kumar

+ NTUI, 19.07.2012, I salariati di Maruti Suzuki Manesar: resistono contro la violenza di casta – brutale repressione

+ FROTNLINE OF REVOLUTIONARY STRUGGLE, India: Peggiorano le disastrose condizioni per I lavoratori dell[k]auto, e aumenta la ribellione

————————

Maruti Suzuki India (MSI) e il governo del partito del Congresso dello Sato indiano di Haryana hanno lanciato una caccia alla streghe contro i 3000 salariati del gruppo auto.
– oltre 90 gli arrestati;

serrata degli stabilimenti.
– Il ministro per il lavoro e l[k]impiego dello stato di Haryana ha appoggiato la serrata.

La direzione aziendale ha licenziato un lavoratore a tempo indeterminato, che protestava a seguito per i commenti [k]di casta[k] di un capo-reparto;
i compagni lavoratori hanno protestato e chiesto l[k]immediata revoca del licenziamento e provvedimenti contro il capo-reparto.
centinaia di gorilla provocatori al soldo di MSI hanno attaccato i lavoratori con pugnali e armi.
o diversi feriti tra i lavoratori, portati in ospedale; il manager delle risorse umane trovato cadavere.

La direzione MSI ha chiaramente provocato gli incidenti per impedire la protesta dei lavoratori;

Nel 2011 i lavoratori di SMI hanno lottato per 4 mesi contro le condizioni di lavoro, salari minimi, lavoro a contratto, autoritarismo e persecuzione dei lavoratori militanti, diversi gli scioperi e due occupazioni della fabbrica, seguite da un mese di serrata, repressione poliziesca e attacchi dei picchiatori.

– La repressione padronale di MSI e’ legata al tentativo di tutta la borghesia indiana di aumentare la produttivita’ e tagliare i salari, in una fase di crisi economica e di recessione.

o 2011-2012, il tasso di crescita indiano al 6,5%, il minore degli ultimi nove anni;

2010-2011 vendita di auto in India + 30%; 2011-2012 +2,19%.

————

NTUI 19.07.2012

L[k]ondata di violenza in corso presso le fabbriche Maruti Suzuki di Maresa riflette il continuo utilizzo della [k]casta[k] come metodo di subordinazione e repressione.
conflitto in corso e’ creato dalla direzione per sviare i negoziati in corso sulla carta delle rivendicazioni presentata dal sindacato dei lavoratori di Maruti Suzuki ad aprile.
– NTUI condanna l[k]uso della violenza della direzione Suzuki per reprimere le proteste dei lavoratori in difesa dei loro diritti umani e democratici e logorare il sindacato;

– NTUI condanna anche la collaborazione del governo di Haryana e della polizia di Gurgaon con la direzione di Maruti Suzuki, arrestando 100 lavoratori, compresi dirigenti sindacali e attivisti.

Frontline of Revolutionary Struggle (maoisti)

● Peggiorano le pessime condizioni dei lavoratori dell[k]auto

Dietro l[k]attuale ondata di proteste nel settore auto
– in aprile negoziati per aumenti salariali nell[k]area di produzione auto di Gurgaon-Manesar, e nelle fabbriche di componenti di Haridwar.

– La Reserve Bank of India avverte contro la pressione di inflazione generalizzata derivante forti aumenti nei costi salariali.

– Quali sono i salari industriali?

Negli ultimi anni c[k]e’ stato un aumento di lotte dei lavoratori, soprattutto nell[k]auto e nella componentistica.

– La protesta e’ centrata nel settore auto, ma non limitata ad esso; il settore auto e’ cresciuto molto velocemente negli ultimi anni: da 8,5 mn. di veicoli del 2004-2005 a 20,4 mn. nel 2011-2012;

– Veicoli passeggeri da 1,2 mn a 3 mn. nel 2010-2011.

I salari reali del settore hanno continuato a calare dal 2000-2001 al 2009-2010; sono aumentati solo nominalmente; al netto dall[k]inflazione -18,9%

● 2000/2001 [k] 2009/2010: Il valore aggiunto per lavoratore e’ in aumento, 2,9 lakh a’ 7,9 lakh

II salari come quota del valore aggiunto netto nell[k]auto sono calati: 27,4% a’ 15,4%.

Secondo la teoria del valore marxiana:

– nel 2000/2011 un lavoratore dell[k]auto lavorava 2 h e 12 minuti per la sopravvivenza sua e della famiglia, le restanti 5 h e 48 minuti generavano plusvalore;

– nel 2009/2010 rispettivamente 1 h e 12 minuti contro 6 h e 48 minuti.

– Questo non e’ solo il risultato di un aumento di produttivita’,

– ma della lotta di classe condotta dal capitalista contro i lavoratori, che ha portato alla riduzione di quasi 1/5 dei salari reali.

– Un importante fronte di questa lotta di classe sono le leggi non scritte contro la formazione di sindacati indipendenti; una delle piu’ importanti rivendicazioni delle recenti agitazioni operaie e’ stata il diritto di costituire il loro sindacato.

– Il padronato ha risposto ricorrendo a licenziamenti, procedimenti penali, repressine violenta, compresi omicidi.

– Altro modo complementare per abbassare i salari:

o assumere lavoratori a contratto, apprendisti, in formazione, a salario inferiore di quell a tempo indeterminato.

Secondo nuovi rapporti, nell[k]area di Gurgaon-Manesar-Bawal fuori di Delhi, che conta per circa il 60% della produzione auto dell[k]India, l[k]80% del circa 1 milione di lavoratori, e’ assunta a contratto.

o Negli ultimi due decenni si e’ avuta una enorme crescita del lavoro a contratto industriale, a fronte di una irrisoria crescita complessiva della forza lavoro.

Ad es., nello stabilimento Maruti Suzuki Idia di Manesar c[k]erano 970 lavoratori a tempo indeterminato; 400-500 in [k]formazione[k]; 1 100 a contratto; 200-300 [k]apprendisti[k]; stessa situazione ovunque: nel West Bengala e Gujarat il 60-70% dei lavoratori del manifatturiero erano a contratto (Institute of Economic Growth), il triplo di quelli riportati dall[k] Annual Survey of Industries.

– I salari reali del settore industriale complessivo sono inferiori nel 209/2010 rispetto al 2000/2001;

la quota dei salari sul valore aggiunto industriale netto ha continuato a scendere nel periodo

Secondo i dati dell[k]Ufficio del Lavoro il calo salariale non e’ limitato al settore industriale; i salari reali sono calati anche nelle aree rurali nel periodo 2004/2005-2008/2009. Questo ha contribuito ad abbassare i salari industriali, che non hanno alternative nei villaggi.

[R+T]

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.