RIPRENDIAMOCI IL TEMPO

Condividi:

RIPRENDIAMOCI IL TEMPO
Il tempo e’ l[k]intervallo tra due eventi e scorre in un’unica direzione.
Non puo’ essere modificato.
Non puo’ tornare indietro.
Ma ha un difetto: e’ gratuito, nessuno lo puo’ comprare o modificare.
Lui scorre sempre uguale.
Il tempo scorre veloce o lento? Siamo noi veloci o lenti.
Ma il tempo e’ gratis, e questo per una societa’ che monetizza tutto e’ un problema.
Anche il tempo deve essere monetizzato, ha senso se produce profitto.
Il tempo, e le vite degli operai sono monetizzate nelle merci da loro prodotte.
I padroni concedono il tempo libero per comprare merci e generare altro profitto.
Il tempo per le relazioni umane e’ sprecato, non produce niente.
Allora si possono aumentare i turni, monetizzare il tempo.
Per produrre piu’ merci, che non si riescono a vendere. Il profitto diminuisce.
Ma il tempo delle relazioni umane non produce niente, perche’ concederlo?
Meno ferie e meno tempo per la pensione, e’ tempo sprecato.
La dignita’ delle persone dipende anche da dove si nasce: se sei cinese, indiano o pachistano, il tuo tempo e la tua vita non valgono niente.
Si puo’ lavorare anche 15 ore, anche se hai 12 anni. Il capitale monetizza l[k]infanzia nelle merci prodotte per pochi euro, per venderle ed avere profitto.
Riprendiamoci il nostro tempo liberandoci dalla schiavitu’ del profitto e del lavoro.
PIERO DEMARCO

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.