QUALE GIUSTIZIA?

Condividi:

Undici anni per avere giustizia, ma quale giustizia.

La Quinta sezione penale della Cassazione ha confermato oggi, 5 luglio 2012, le condanne dei processi di appello per i vertici della polizia dell[k]epoca, dichiarando prescritte le lesioni per gli altri agenti coinvolti nei pestaggi alla scuola Diaz durante il G8 di Genova del 2001.

A distanza di undici anni, la Corte suprema ha messo cosi la parola fine alla vicenda dell[k]irruzione nella scuola Diaz di Genova che all[k]epoca ospitava alcuni dimostranti.

Confermata le condanne per Giovanni Luperi (4 anni), ex vice direttore dell[k]Ucigos, e Francesco Gratteri (4 anni), capo del Dipartimento centrale anticrimine; quella per Vincenzo Canterini (5 anni) ex dirigente del reparto mobile di Roma, la condanna a Gilberto Caldarozzi (3 anni e otto mesi), attuale capo servizio centrale operativo (vice capo nel 2001) assolto in primo grado e condannato a 3 anni e 8 mesi in appello; Filippo Ferri, Fabio Ciccimarra, Nando Dominici, Spartaco Mortola, Carlo Di Sarro, Massimo Mazzoni, Renzo Cerchi, Davide Di Novi e Massimiliano Di Bernardini.

La conferma della sentenza della Corte d[k]appello fara’ scattare l[k]immediata esecuzione delle pene. Niente carcere, per prescrizione e indulto, ma immediata decadenza da incarichi e la sospensione dal servizio, visto che per ciascuno dei 25 imputati il giudice di secondo grado ha disposto la pena accessoria della interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

I torturatori di stato ringraziano la magistratura democratica

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.