Caricato il picchetto operaio: 20 feriti, alcuni gravi.

Condividi:

Caricato il picchetto operaio: 20 feriti, alcuni gravi.

I negrieri dopo l’abolizione dell’art. 18.
Non e’ un residuo del capitalismo primordiale, ma una pretesa del moderno capitalismo.
I padroni della cooperativa Bergamasca scortati da ingenti forze dell’ordine, hanno brutalmente attaccato il picchetto degli operai in sciopero, sui cancelli del magazzino merci del [k]Gigante[k] di Basiano.
Volevano sostituire gli scioperanti con una sessantina di mercenari, aprendosi la strada con la Polizia.
Lo sciopero vuole impedire il licenziamento di 80 operai pagati 9 euro l’ora, per sostituirli con un’altra cooperativa che paga gli operai 6 euro l’ora e con maggior carichi di lavoro.
La prima carica e’ stata respinta. Poi la seconda di una violenza inaudita, fino a sparare lacrimogeni
ad altezza d’uomo, bucando le gambe degli operai.
Una ventina gli operai feriti. L’elicottero dell’ospedale di Monza e le autoambulanze hanno caricato subito i piu’ gravi, con fratture, gambe rotte e blocchi respiratori.
Solidarizziamo con questa lotta, diamo il nostro concreto sostegno a questi operai.
Lottano anche per noi.
Dopo l’abolizione dell’articolo 18, vengono avanti i moderni negrieri.
Saluti dalla strada bloccata adiacente ai cancelli del magazzino [k]Gigante[k] con la piena solidarieta’ dagli operai del presidio Jabil di Cassina de’ Pecchi, ex Nokia Siemens.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.