I BLITZ DI MONTI SONO UNA CARNEVALATA

Condividi:

I padroni in Italia non pagano tasse e i blitz della guardia di finanza di Monti non li hanno nemmeno sfiorati.

I fornai dichiarano piu’ dei gioiellieri e gli autonomi in media solo 27.300 euro l[k]anno.

Ultimi per gettito i lavoratori degli istituti di bellezza con 6.500 euro annui. Seguono i sarti con 8.200 euro, poi i negozi di abbigliamento e scarpe a quota 8.600 euro e le tintorie e lavanderie con 9.700 euro. Superano i diecimila i negozi di giocattoli (10.700) le profumerie con 11.500 e i pellicciai con 12.200. Salendo nella classifica ci sono parrucchieri (12.600), fiorai (12.700) e pescherie (13.300). Chi lavora nei servizi della ristorazione dichiara in media (14.300), alberghi e affittacamere 14.700, 14.800 gli autosaloni e i taxi 14.800. Gli stabilimenti balneari si fermano a 15.400 euro e sono superano di poco bar e gelaterie con 16.800 euro. Giu’ nella classifica i gioiellieri (17.000) che dichiarano cento euro in meno dei negozi di alimentari (17.100) e seguono macellerie (17.300), pasticceri (18.900), imbianchini e muratori a 22.900. I meccanici sono a 24.700 e i fornai (25.100) precedono di quattro mila euro gli architetti (29.600). Salendo in classifica ci sono invece sale da gioco e biliardo (55.300), avvocati (57.600), commercialisti e contabili (61.300). E ai primi tre gli studi medici (69.800), farmacie (109.700) e notai (318.200).

I blitz di Monti fanno ridere

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.