MORTE DI UN OPERAIO

Condividi:

Italia, morte di un operaio a Roma
28 maggio 2012

Nella periferia di Roma, in Val di Sangro, un operaio, di origini rumene, e’ morto mentre svolgeva il suo turno di lavoro. Ancora dubbi sulle dinamiche dell[k]incidente. La prima ipotesi direbbe che l[k]operaio e’ stato ucciso da un carrello elevatore sganciatosi dalla gru e franato sul suo corpo, mentre la seconda testimonierebbe che l[k]uomo, lavorando a diciotto metri d[k]altezza, sarebbe balzato fuori dalla gru per un improvviso scatto del macchinario. L[k]uomo e’ morto sul colpo, nonostante indossasse il casco di protezione. L[k]incidente ha causato ferite, seppur lievi, anche ad un altro operaio della ditta che realizza i lavori nella periferia nord della capitale.

Le retoriche sulle morti bianche si consumano, ma senza che se ne registri una reale diminuzione. Per chi lavora in certi settori i rischi non diminuiscono.

Questo fine settimana e’ morto un altro operaio, che lavorava all[k]ammodernamento dell[k]autostrada A3 a Scilla, in provincia di Reggio Calabria. L[k]uomo, un trentacinquenne, e’ stato investito da alcuni materiali sollevatesi durante i lavori in una galleria.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.