OPERAI TERMINI IMERESE

Condividi:

Un corteo di operai dell’ex stabilimento Fiat, al termine di un’assemblea, ha raggiunto questa mattina l’ingresso dell’autostrada A 19 Palermo-Catania, bloccando per alcune ore la circolazione stradale. I lavoratori hanno distribuito agli automobilisti dei volantini contenenti i motivi della protesta, legati alle incertezze sul futuro dell’impianto.

Ieri sera a Roma l’incontro al ministero dello Sviluppo economico per analizzare la vertenza dell’ex stabilimento del palermitano “abbandonato” dalla Fiat lo scorso dicembre si e’ concluso con un ultimatum di 15 giorni del ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera all’imprenditore Massimo Di Risio perche’ rispetti gli accordi per la rindustrializzazione del sito termitano. Su Termini Imerese, ha spiegato oggi il ministro, nel giorno in cui la Fiat lascia a casa per la prima volta tutti i 5.400 impiegati di Mirafiori per una settimana di cassaintegrazione, [k]abbiamo dato 15 giorni a Dr Motor per confermare la capacita’ e disponibilita’ a rispettare gli impregni presi. Il giorno dopo e’ stato nuovamente convocato il tavolo ma siamo pronti a farlo anche prima se dovessero arrivare delle soluzioni[k].

La Dr Motor e’ un’azienducola che non paga neanche i suoi operai.

Quando i sindacalisti hanno firmato l’accordo con governo e FIAT lo sapevano.

Operai basta con i tavoli servono solo a fregarci

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.