IN ITALIA I SALARI PIU’ BASSI D’EUROPA

Condividi:

L’Italia resta in fondo alla classifica Ocse sui salari, scivolando al 23mo (dal 22mo) posto su 34 Paesi membri dell’organizzazione, secondo il rapporto ‘Taxing wages’. Il nostro Paese si piazza dietro a Spagna, Irlanda e a tutti i big europei. Ieri i dati Istat 1avevano rilevato che il divario tra l’aumento delle retribuzioni contrattuali orarie (+1,2%) e il livello d’inflazione (+3,3%), su base annua, ha toccato una differenza di 2,1 punti percentuali, il divario piu’ alto dall’agosto del 1995, quando era di 2,4 punti percentuali.

Il salario netto medio di un single senza figli a carico – spiega l’Ocse – in Italia nel 2011 e’ stato di 25.160 dollari, all’attuale tasso di cambio, inferiore alla media Ocse (27.111 dollari). La cifra e’ inferiore anche a quella della Spagna (27.741), dell’Irlanda (31.810) e di quella degli altri grandi Paesi Ue, come Francia (29.798 dollari), Germania (33.019) e Gran Bretagna (38.952).

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.