LA STANGATA DI PRIMAVERA

Condividi:

In attesa della maxistangata di giugno con il ripristino dell’Ici (che adesso si chiama Imu) sulla prima casa, si comincia a pagare gia’ questo mese con uno stipendio, o una pensione, che si prospettano piu’ leggeri.

Per fare due esempi concreti, sempre il percettore di stipendio di 1.200 euro mensili lordi, si vedra’ trattenuti 51 euro di addizionale regionale annua.

Tutto questo gia’ a partire dal mese di marzo, cioe’ dallo stipendio che sta per arrivare. Fortunatamente non tutte le amministrazioni comunali hanno deciso di utilizzare la leva dell’aumento dell’Irpef comunale per aumentare i propri introiti, cosi come concesso dalla manovra di Ferragosto firmata da Tremonti-Berlusconi che ha riconosciuto ai Comuni la possibilita’ di deliberare, a partire dal 2012, quindi dall’inizio di questo anno, aumenti fino ad un livello massimo dello 0,8 per cento. Nessuno dubita comunque che prima o dopo tutti, o quasi tutti i Comuni faranno ricorso a questa possibilita’, visti i bilanci sempre piu’ in negativo delle citta’ italiane, anche quelle piu’ piccole. Una buona notizia c’e’, comunque, ma non si sa fino a che punto sia davvero buona, considerato che riguarda soltanto i percettori di redditi bassissimi. Solo i pensionati e i dipendenti con introiti talmente sottili da non dover pagare neppure l’Irpef principale, non dovranno subire aumenti di addizionale regionale e comunale. I pensionati che prendono fino a 7.535 euro all’anno e quelli oltre i 75 anni con reddito fino a 7.785. E i lavoratori con stipendio fino a 8.030 euro lordi all’anno.

I morti sono esentati dal pagamento

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.