PALESTINA, I PADRONI ISRAELIANI CONTINUANO LE STRAGI

Condividi:

ANSA

Nel terzo giorno di violenze fra Israele e Gaza, due palestinesi sono stati uccisi nella Striscia dal fuoco israeliano e altri sei razzi Grad sono stati sparati in direzione delle citta’ israeliane di Ashdod e Ashqelon. Da venerdi sono stati uccisi a Gaza 17 palestinesi mentre sul sud di Israele sono piovuti 120 razzi con una gittata di 40 chilometri.

Adesso cresce il timore che le milizie palestinesi ricorranno anche a razzi con una gittata di 60-70 chilometri. Sulla identita’ degli ultimi uccisi a Gaza giungono versioni diverse. Secondo Israele si tratta di “miliziani impegnati nel lancio di razzi”, come gli altri 15 dei giorni passati. Ma da Gaza fonti mediche precisano che una delle vittime era un bambino di dodici anni.

La tornata di violenze e’ iniziata venerdi con la esecuzione mirata da parte di Israele del leader dei Comitati di resistenza popolare (Crp), Zuheir al-Kaisy. Secondo Israele, l’uomo era in procinto di lanciare un attacco terroristico dal Sinai verso il Neghev, a nord di Eilat. Mentre Hamas ha assunto un atteggiamento attendista, la reazione armata alla sua uccisione e’ condotta dai Crp e dalla Jihad islamica, che hanno colpito con i loro razzi una vasta zona di Israele, compresa fra Beer Sheva e Ashdod. Decine di razzi sono stati tuttavia intercettati alla periferia di quelle citta’ dal sistema di difesa israeliano Iron Dome. Nelle retrovie israeliane si teme che i miliziani palestinesi possano sparare adesso missili di tipo Fajr, capaci di raggiungere da Gaza la periferia meridionale di Tel Aviv.

Secondo informazioni stampa ancora non confermate, l’aviazione israeliana avrebbe gia’ colpito oggi un deposito di Fajr. Nel sud di Israele resta elevato lo stato di allerta e 200 mila studenti hanno avuto ordine di restare nelle proprie abitazioni. Hamas, da parte sua, si e’ rivolto all’Egitto affinche’ faccia pressioni adeguate per fermare “l’aggressione israeliana”. Espressioni di condanna ad Israele sono giunte nel frattempo anche dall’Anp di Abu Mazen.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.