ETERNIT, UNA SENTENZA STORICA?

Condividi:

Si e’ concluso il processo Eternit (iniziato il 6 aprile 2009) con la condanna a 16 anni del magnate svizzero Stephan Schmidheiny e del barone belga Louis Cartier. I due erano ai vertici dell[k]azienda che per anni ha prodotto Eternit nei stabilimenti di Casale Monferrato, Cavagnolo Rubiera e Bagnoli. L[k]accusa e’ quella di disastro doloso permanente e omissione dolosa di misure.

Intanto il legale di Stephan Schmidheiny, l[k]avvocato Astolfo Di Amato, ha affermato: [k]La prima battaglia l’abbiamo persa, sicuramente faremo appello[k]. Nessun padrone e’ in galera ne andra’ mai in galera.

Gli operai hanno avuto giustizia?

Qualcuno parla di sentenza storica, ma lo e’?

Guariniello si e’ costruito un’altro pezzo di statua.

Dopo due giorni la sentenza storica non occupa piu’ le pagine dei giornali.

Dagli anni [k]50 pero’ cominciarono ad arrivare i primi studi che dimostravano come questo materiale, sia la causa di una grave forma di cancro, il mesotelioma pleurico.

Nonostante l[k]allarme la societa’ continuo’ a produrre questo materiale ancora per decenni, in Italia la produzione e’ cessata tra il 1992 e il 1994 ed ha causato la morte di migliaia di operai di operai degli stabilimenti sopra elencati.

Da trent[k]anni i familiari delle vittime chiedevano giustizia, ieri la sentenza del tribunale di Torino che tuttavia ha condannato i due manager solo per gli operai morti in Casale Monferrato e Cavagnolo, poiche’ per gli altri due stabilimenti i reati sono estinti, e’ passato troppo tempo.

La corte ha stabilito inoltre un risarcimento di 30mila euro per ogni famiglia delle vittime mentre trentacinquemila euro di risarcimento saranno dati ad alcune persone tutt[k]ora malate.

Ad ogni sigla sindacale andranno centomila euro, al comune di Cavagnolo andranno 4 milioni ne andranno 20 di milioni, alla Regione Piemonte e una provvisionale di 15 mln per l’Inail.
Venticinque milioni di euro di risarcimento e’ invece previsto per il Comune di Casale Monferrato.

Importanti le parole del ministro della Salute, Renato Balduzzi, che ha affermato che si tratta di una sentenza storica: [k]sia per gli aspetti sociali che per gli aspetti strettamente tecnico-giuridici.

Mancava solo che il tribunale stabilisse un risarcimento per la repubblica dei padroni.

I padroni possono uccidere migliaia di operai.

Condannati non vanno mai in galera(i padroni della Thissen e dialtre centinaia di fabbriche sono sempre liberi di fare profitti)

E’ questa la sentenza storica?

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.