GRECIA, SEMPRE PIU’ VICINA LA GUERRA CIVILE

Condividi:

Centinaia di manifestanti hanno invaso oggi la centralissima piazza Syntagma, ad Atene, per protestare contro le nuove misure di austerity attese dal governo.

Le prime anticipazioni sulla bozza si capisce perche’ la protesta della popolazione e’ molto forte: e’ previsto un taglio del 20% del salario minimo e riduzione delle pensioni; migliaia di licenziamenti, 15.000 dei quali nel settore pubblico; fusioni del fondi previdenziali; privatizzazioni di 6 importanti partecipate per incassare 50 miliardi; tagli alla spesa farmaceutica dall’1,9% al 1,5% del Pil.


Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.