Gli operai Jabil contestano il mandante Nokia a casa sua.

Condividi:

Gli operai Jabil contestano il mandante Nokia a casa sua.

Caro Operai Contro

Nokia Siemens aveva convocato i lavoratori in assemblea gestita dai massimi responsabili, per parlare di [k]banda larga[k] e di riorganizzazioni.
La [k]banda larga[k] e’ la torta sulle telecomunicazioni che la Regione Lombardia lancia, finanziando le imprese con 80 miliardi di euro.
Il meeting si teneva nello stabilimento di Nokia, a pochi chilometri dallo stabilimento di Nokia Siemens di Jabil. Ma all’improvviso gli operai licenziati da Nokia e da Jabil, che occupano la fabbrica da un mese e mezzo, con un presidio sui cancelli da oltre i 6 mesi, sono piombati a ridosso delle vetrate della sala, rivendicando lavoro sulla banda larga che Nokia vuol mandare altrove per vendere l’area.
Impossibilitati a continuare l’assemblea per il frastuono che veniva dall’esterno e gli improperi che attraversavano anche lo spessore della grande vetrata, i vertici della Nokia, hanno dovuto accettare di incontrare subito una delegazione della RSU della Jabil. Finora aveva rifiutato qualsiasi incontro con la motivazione che quelli di Jabil sono operai di un’altra societa’.
In serata poi e’ arrivata la convocazione dal Prefetto per lunedi 30 gennaio con Nokia, Jabil, RSU Jabil, Provincia e Regione Lombardia.
Il primo incontro dopo che le aziende si erano sempre rifiutate di incontrare le RSU Jabil, in qualsivoglia sede istituzionale.
Saluti dal presidio Jabil.
Per sostenere la lotta degli operai Jabil.
CC IBAN IT 28 S 0312732860000000000331 causale presidio Jabil.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.