IL RISVEGLIO DI FINE ANNO

Condividi:

Come di prassi il presidente dei borghesi ha esternato, nel tradizionale discorso di fine anno, la sua gia’ nota filosofia:

” I sacrifici e i tagli per gli operai, lavoratori e pensionati sono necessari”

Il carnefice designato, [k]il professore[k], fresco di nomina a senatore a vita, ha messo in campo una manovra con l’appoggio dei partiti borghesi di destra e sinistra.

Dopo la predica, i partiti, lungo tutto l[k]arco costituzionale plaudono al discorso.

Berlusconi ha apprezzato.

Bersani ha definito la predica come [k]richiamo appassionato[k].

Per Di Pietro, discorso condivisibile.

Cesa: come sempre Napolitano individua la via maestra.

Camusso, discorso di un grande presidente.

Cari politici, di tutto l[k]arco costituzionale, noi operai vi schifiamo senza se e senza ma!

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.