ARTICOLO 18 E MINISTRO FORNERO

Condividi:

Ormai siamo tutti informati che nel prossimo anno ci sara’ un milione in piu’ di disoccupati. L’unica a non essere informata e il ministro Fornero che afferma: [k]Penso che un ciclo di vita che funzioni e’ quello che permetta ai giovani di entrare nel mercato del lavoro con un contratto vero, non precario. Ma un contratto che riconosca che sei all’inizio della vita lavorativa e quindi hai bisogno di formazione, e dove parti con una retribuzione bassa che poi salira’ in relazione alla produttivita’. Insomma, io vedrei bene un contratto unico, che includa le persone oggi escluse e che pero’ forse non tuteli piu’ al 100% il solito segmento iperprotetto[k]. In pratica il ministro Fornero vuole prenderci per il culo. Nessun giovane sara’ assunto e chi lo sara’ avra’ un salario piu basso. Ma quando, la Fornero afferma che gli operai non saranno piu’ tutelati al 100%. In parole chiare sara’ abolito l’articolo 18. Il senatore Ichino del PD piange per la commozione. Il coglione Bersani e’ per la salvezza dell’Italia senza se e senza ma. I dirigenti di CGIL-CISL-UIL non sono d’accordo ma ubbidiranno. Operai, costruiamo il nostro partito per lo’a guerra ai padroni piange quando fa fare i sacrifici agli operai]]>

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.