LA FIAT E I SOLDI DELLO STATO

Condividi:

Notizie Economia e Lavoro Bossi: �La Fiat ha vissuto per tanti anni con gli aiuti di Stato� 6 febbraio 2010 �La Fiat � la tipica fabbrica che ha vissuto con gli aiuti di Stato da tanto tempo�. Non usa giri di parole il leader della Lega e ministro per le Riforme Umberto Bossi nel dibattito sulla casa automobilistica torinese, che ha annunciato di voler abbandonare lo stabilimento siciliano di Termini Imerese. Sono giorni di confronto, anche aspro, con il governo, che ha dichiarato – per bocca del ministro Scajola – di voler tutelare l’occupazione. Rincara il concetto anche Roberto Calderoli, secondo il quale �gli aiuti di Stato che oggi sono vietati dall’Europa, sono stati una iattura per l’economia e hanno contributo alla voragine del debito pubblico, ma sono stati anche una sorta di investimento dello Stato nell’impresa privata e una forma, per quanto opinabile e anomala, di ammortizzatore sociale�. Secondo il ministro leghista �si deve intervenire subito perch� chi vuol chiudere la fabbrica, prima di farlo, renda i soldi avuti dallo Stato�. E se il leader dell’Udc Casini ritiene che non giovi a nessuno uno scontro tra politica e Fiat nell’attuale situazione, il segretario dei metalmeccanici dell’Ugl, Giovanni Centrella, chiede di �garantire subito il lavoro e le produzioni italiane ponendo delle precise condizioni a tutte le aziende che domandano sostegni di qualsiasi tipo al governo per combattere la crisi�. All’indomani del tavolo tecnico che si � svolto a Roma, oggi sono in corso a Termini Imerese delle riunioni tra i lavoratori e il coordinamento dei rappresentanti dei sindaci dei comuni dell’area. Intenzione degli amministratori � concordare un documento a sostegno della vertenza e una serie di azioni da mettere in campo. Per luned� sono previste assemblee degli operai in fabbrica per discutere dei passaggi della trattativa e per definire le iniziative di protesta. ]]>

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.