BRUNETTA E I DIPENDENTI PUBBLICI

Condividi:

Lavoratori pubblici, obbligo di visita anche con un giorno di malattia
di Francesco Cocco

e’ in una circolare la nuova sfida di Renato Brunetta all’assenteismo. Tutte le amministrazioni pubbliche devono sottoporre i propri lavoratori a visita medica fiscale anche nel caso di assenza di un solo giorno per malattia. Le nuove norme sono subito operative e valgono anche per le assenze gia’ avvenute dal 26 giugno scorso in poi (data in cui il decreto 112 e’ entrato in vigore) secondo quanto riportato nella circolare firmata oggi dal ministro della Funzione pubblica.
Nel giro di vite vanno ricordate anche le eventuali decurtazioni dello stipendio. Il documento stabilisce che il taglio della retribuzione [k]si applica ad ogni evento di malattia, a prescindere dalla durata e riguarda i primi dieci giorni di assenza[k]. Sulle modalita’ di certificazione della malattia, si specifica che il terzo [k]evento di malattia[k] nell’anno solare e le assenze superiori a dieci giorni debbono essere giustificati [k]con la presentazione all’amministrazione di un certificato medico rilasciato dalle strutture sanitarie pubbliche o dai medici convenzionati[k]. La circolare fornisce poi indicazioni alle amministrazioni sull’incidenza delle assenze dal servizio [k]ai fini della distribuzione dei fondi per la contrattazione collettiva[k], ribadendo i principi in materia di premialita’ e chiarendo che [k]comunque nessun automatismo e’ consentito nella distribuzione delle somme[k]. Viene posto in particolare l’accento sulla necessita’ di valutare l’apporto individuale ai fini di attribuire premi di produttivita’, di risultato e gli incentivi.
Il ministero precisa che la circolare e’ stata [k]concordata[k] con l’Anci (l’associazione dei Comuni italiani) al fine di [k]chiarire i molti dubbi avanzati dai Comuni[k].

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.