IL NAPOLEONE DI ARCORE FISCHIATO

Condividi:

BERLUSCONI, GIUDICI POLITICIZZATI METASTASI DEMOCRAZIA
ROMA – Raffica di fischi e di ‘buuuh’ e solo qualche applauso per il premier Silvio Berlusconi dalla platea della Confesercenti alle parole del premier che ha definito “i giudici e pm politicizzati” “una metastasi della nostra democrazia”. Il premier: “La democrazia e’ in liberta’ vigilata sotto i tacchi dei giudici. Niente dialogo, opposizione giustizialista”.”Ho fiducia nei magistrati perche’ sono sempre stato assolto, ma dopo il calvario che ho dovuto subire tutti questi anni, mi indigno a vedere questa opposizione che invece di unirsi alla maggioranza” si lascia tentare dall’ala giustizialista. Cosi nel suo intervento ala Confesercenti Berlusconi attacca i giudici e spiega perche’ non e’ possibile alcun dialogo con l’opposizione. “Sono indignato – prosegue – perche’ vedo una democrazia in liberta’ vigilata sotto il tacco dei giudici politicizzati. Cosi stando le cose – conclude – non c’e’ piu’ possibilita’ di dialogo con una opposizione che e’ rimasta giustizialista”.

“I cittadini hanno il diritto a esser governati da chi hanno scelto democraticamente: non posso accettare che un ordine dello Stato voglia cambiare chi e’ al governo, ledendo il diritto dei cittadini, con accuse fallaci”, ha detto Berlusconi, tra le ripetute urla di riprovazione dell’assemblea dei Confesercenti attacca i giudici “politicizzati”, definendoli “metastasi della nostra democrazia”.

NAPOLITANO, SCONTRO POLITICA-GIUSTIZIA DANNO PER TUTTI
No a una “deleteria contrapposizione” tra politica e giustizia, che rappresenterebbe “un danno per tutti”. E’ l’appello del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano stamattina, nel corso di un incontro al Quirinale con il Consiglio nazionale forense, prima dell’intervento del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi all’Assemblea di Confesercenti. “Misura ed equilibrio”. Li chiede il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al mondo politico e alla magistratura, insieme ad un “clima di ascolto reciproco”, sottolineando l’auspicio che, “in questo momento di tensione”, “nessuno” rinunci a cercare il dialogo. Il presidente della Repubblica lo ha detto stamattina, nel corso di un incontro al Quirinale con il Consiglio nazionale forense, prima dell’intervento del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi all’Assemblea di Confesercenti.

“Dobbiamo auspicare che la nuova stagione parlamentare porti avanti il percorso delle riforme di cui ha assoluto bisogno l’amministrazione della giustizia nel suo insieme – dice il presidente della Repubblica nel servizio del Tg2 – E, perche’ vi si riesca, deve affermarsi, ne sono convinto e non e’ la prima volta che lo sottolineo, un clima di ascolto reciproco e di confronto costruttivo su questi problemi tra tutte le componenti del mondo della giustizia e del mondo politico e istituzionale”. “Il mio invito – sottolinea il capo dello Stato durante l’incontro con il Consiglio nazionale forense – si rivolge a tutti quelli che definirei i soggetti dell’impegno da portare avanti a questo riguardo. E’ un invito alla misura e all’equilibrio, che in questo momento di tensione mi auguro non vanga lasciato cadere da nessuna parte, nella consapevolezza del danno che porterebbe a ciascuno e a tutti il riaccendersi di una deleteria contrapposizione tra politica e giustizia”. “A quel tema – aggiunge Napolitano – dedicai il mio intervento nella seduta del Consiglio superiore della magistratura del 14 febbraio. Vorrei che quanti mostrarono di apprezzare gli argomenti che sviluppai in quell’occasione si comportassero oggi di conseguenza”.

VELTRONI: BERLUSCONI RISPETTI IL PAESE
“Chi ha responsabilita’ di governo dovrebbe imparare a rispettare il Paese e le categorie a cui si rivolge”: Cosi il segretario del Pd Walter Veltroni replica ai cronisti, ai cronisti che gli chiedono di commentare le affermazioni del premier, non appena terminato l’intervento davanti la platea di Confesercenti. il segretario del Pd era seduto in prima fila nella sala dove si e’ tenuta l’assemblea. “Con questi toni il dialogo – dice Veltroni – e’ molto difficile”.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.