AFGHANISTAN: IL FALLIMENTO USA

Condividi:

da peacereporter.net
Stati Uniti – 20.6.2008
Soldi buttati
Afghanistan, il fallimento dell[k]esercito [k]made in Usa[k]

Oltre sette milioni e mezzo di dollari [k] soldi prelevati dalle tasche dei cittadini statunitensi [k] sono stati spesi ogni giorno, per sei anni, dal loro governo per addestrare e armare le forze di sicurezza che devono combattere i talebani in Afghanistan. Con quale risultato? Nessuno! E[k] questo il succo del lungo e dettagliato rapporto pubblicato mercoledi scorso dal Government Accountability Office (Gao), l[k]organo del parlamento statunitense che vigila su come il governo di Washington spende il denaro pubblico.

Reclute afganeEsercito e polizia afgani quasi inutilizzabili. Nel rapporto del Gao si legge che dal 2002 a oggi l[k]amministrazione Bush ha speso 16,5 miliardi di dollari per costruire in Afghanistan un esercito (10,3 miliardi) e una polizia (6,2 miliardi) che fossero in grado di combattere da soli la guerra contro i talebani entro il 2011-20012 e di garantire autonomamente la sicurezza e l[k]ordine nel Paese asiatico.
Il risultato, ad oggi, e’ che solo due unita’ dell[k]esercito afgano sulle centocinque esistenti sono in grado di operare in autonomia, una quarantina sono capaci di combattere solo in affiancamento alle forze Nato. Tutte le altre unita’ sono ancora completamente inutilizzabili.
Ancor piu’ drammatica la situazione per le forze di polizia: nessuna delle 433 unita’ costituite e’ ancora pienamente in grado di lavorare autonomamente sul territorio, solo il sette percento lo e’ solo parzialmente e con il sostegno Nato. Il resto delle forze di polizia sono assolutamente non in grado di svolgere i loro compiti.

Humvee per l’esercito afganoUna fregatura per molti, un affare per pochi. Il contribuente statunitense, che difficilmente leggera’ mai questo rapporto [k] citato solo di striscio in un editoriale del New York Times di venerdi, non sarebbe certo felice si sapere che il suo governo da una parte taglia la spesa pubblica sanitaria e scolastica, dall[k]altra spende sette milioni e mezzo di suoi dollari al giorno per la guerra in Afghanistan alla voce [k]addestramento e armamento forze locali[k].
Ma la vera domanda e’: a chi vanno questi soldi? Agli afgani? No, vanno a chi viene pagato per addestrare e armare gli afgani, ovvero all[k]esercito Usa, alle aziende private Usa che collaborano con esso e chiaramente ai fabbricanti di armi e mezzi militari statunitensi. Un esempio: l[k]amministrazione Bush ha speso dal 2002 a oggi 3,7 miliardi di dollari (quasi due milioni di dollari al giorno) per equipaggiare l[k]esercito afgano. Guardacaso, le armi in questione (migliaia di fucili M-16, centinaia di blindati Humvee) sono tutti di fabbricazione Usa. Si sa: la guerra e’ una fregatura per molti e un grande affare per pochi.
Enrico Piovesana

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.