RONDE OPERAIE CONTRO I PADRONI

Condividi:

notizie ANSA
2008-04-29 20:32
Bossi, se Sinistra vuole scontri fucili sono caldi
Napolitano: disputa su fucili non mi appassiona
ROMA – “Non so cosa vuole la sinistra, noi siamo pronti, se vogliono fare gli scontri io ho trecentomila uomini sempre a disposizione, se vogliono accomodarsi”. Lo afferma il leader della Lega Nord, Umberto Bossi, rispondendo ai giornalisti prima di varcare il portone di Montecitorio. “Mi auguro – aggiunge – che la sinistra scelga la via delle riforme, non come l’altra volta che non vollero assolutamente la riforma federale”. E a chi gli chiede un giudizio sull’invito di Berlusconi alla Lega a evitare iperboli verbali, ricordando che solo ieri ha definito i suoi fucili di carta, Bossi replica: “I fucili sono sempre caldi”.

BERLUSCONI TROVERA ‘SOLUZIONE,S I E’SPOSATO LEGA – “Alla fine Berlusconi trovera’ la soluzione: sono fiducioso, senno’ avrei preteso i ministri prima del voto dei presidenti delle Camere, quando avevo il coltello dalla parte del manico”. Lo afferma Umberto Bossi, lasciando il gruppo. Tuttavia il senatur non rinuncia a qualche stoccata polemica: “Il governo Berlusconi l’ha gia’ fatto venti volte e ora bisogna stargli lontano. Oggi non lo vedro’ ma non temo niente. Stavolta manterra’ la parola, si e’ sposato con la Lega e ora deve eseguire gli ordini”.

SIAMO GARANZIA LIBERTA’ E DEMOCRAZIA PAESE – ‘La Lega e’ la forza che garantisce la liberta’ e la democrazia in questo Paese. Noi vogliamo fare democraticamente le riforme, se la sinistra vuole scendere in piazza non abbiamo paura perche’ dietro alla Lega c’e’ una forza popolare grandissima”. Lo afferma il leader della Lega Nord Umberto Bossi, conversando con i cronisti alla Camera. “Noi – aggiunge – non abbiamo paura della sinistra”.

MARONI A VIMINALE AIUTERA’ROMA SULLA SICUREZZA – “Se Maroni sara’ ministro dell’Interno? Certo, se no come si fa a risolvere il problema della sicurezza? E dara’ una mano anche a Roma”. Lo afferma il segretario della Lega Nord Umberto Bossi, conversando con i giornalisti alla Camera. “Al ministero dell’Interno – dice ancora il leader del Carroccio – c’e’ una legge da applicare e cioe’ la Bossi-Fini per impedire ulteriori ingressi in Italia. Ho parlato con Maroni, lui sa cosa fare”.

MAI DETTO CHE BERLUSCONI DEVE ESEGUIRE ORDINI – “Non ho mai detto che Berlusconi deve eseguire gli ordini, sono sempre i giornalisti che inventano. Con il Cavaliere troveremo un accordo”. Lo afferma il leader della Lega Nord, Umberto Bossi conversando con i cronisti alla Camera. A chi gli chiede un commento su chi dice che il governo non avra’ vita facile proprio a causa della Lega, Bossi precisa: “Saremo leali,noi vogliamo le riforme ed il federalismo fiscale. E poi – aggiunge – una volta votati i presidenti delle Camere il coltello dalla parte del manico passa a Berlusconi”. Bossi fa dunque un esempio: “potevamo votare alla Camera un leghista e al Senato magari uno di sinistra, i numeri li avevamo, ora il coltello dalla parte del manico passa al Cavaliere”.

NAPOLITANO: BOSSI? DISPUTA SU FUCILI NON MI APPASSIONA – “Ho visto che Berlusconi li ha definiti di carta. Questa disputa se siano di carta, se siano caldi o se possano essere di carta e anche caldi non mi appassiona”: lo ha detto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, interpellato dai giornalisti in merito alle ultime dichiarazioni di Umberto Bossi sui fucili.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.