AMMESSO FINO AL 20% IL LAVORO NERO

Condividi:

Caro operai contro,
ho letto con molto interesse i tuoi articoli sul decreto legislativo contro gli incidenti sul lavoro: Effettivamente nonostante le scene di Montezemolo, le nuove misure non cambiano niente, bensi aprono un varco ai padroni, per uno sfruttamento ancora piu’ selvaggio degli operai. Infatti oltre cio’ che denunciavi nei tuoi articoli, voglio segnalare questo passo contenuto nel decreto in questione: [k]esclusione dalle commesse pubbliche per le aziende con il 20% dei lavoratori non in regola[k]. Finora la legge non consentiva l[k]impiego di lavoratori non in regola. Ora si! Purche’ non superino il 20% degli occupati di quell[k]azienda! E Prodi, tragica ironia commenta che il testo approvato [k]non ha intenti punitivi, non mette nel mirino le imprese, ma mette al centro la tutela della persona umana[k]. La tutela che intende Prodi e’ l[k]impunita’ delle aziende che usano fino al 20% di lavoratori irregolari. Prodi ribadisce: [k]era da trent[k]anni che si attendeva un testo cosi importante[k]. E forse i padroni non ci speravano piu’, si potrebbe aggiungere.
Questo decreto che doveva contrastare gli infortuni sul lavoro, in quanto misura antinfortunistica e’ la prima volta che viene estesa anche ai precari. Se 2 piu’ 2 fa quattro il gran regalo di Prodi ai padroni si puo’ cosi riassumere: impiegate pure personale irregolare ed in nero, purche’ nei limiti del 20% della vostra azienda, nel caso di incidenti sul lavoro, con questo decreto siete assolti da qualsiasi responsabilita’, al massimo ve la cavate con una piccola multa.
(Gli increduli delle citazioni, si vedano il Corriere della Sera di venerdi 7 marzo 2008)
Saluti da un operaio allibito.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.