ALL’INFERNO NON SI ENTRA

Condividi:

[k]Questa mattina, mentre si udivano spari di mitragliatrice e dopo un defatigante viaggio (segnaliamo la maniacale attenzione che la polizia aeroportuale israeliana ha riservato soprattutto a Maria Grazia Ardizzone), la delegazione di solidarieta[k] con il popolo di Gaza* si e presentata al valico di Eretz per varcare il confine con l[k]inferno di Gaza.

E[k] stata brutalmente RESPINTA dall[k] esercito israeliano.

Il criminale embargo decretato dal governo di tel Aviv, sostenuto dagli Usa e dall[k]Unione Europea, non si limita al blocco delle merci, dei medicinali ecc., giunge perfino ad impedire i contatti umani.

La Striscia non e una prigione a cielo aperto, ma un vero e proprio campo di concentramento.

In carcere infatti almeno i colloqui sono consentiti, a Gaza no.

Con il sopruso di questa mattina l[k]esercito ed il governo di Israele hanno dato anche un sonoro ceffone alle autorita italiane.

Esse avevano infatti assicurato (incontro col viceministro Ugo Intini, svoltosi alla Farnesina l[k]11 dicembre) che avrebbero compiuto i passi necessari affinche[k] la delegazione potesse raggiungere Gaza.

Il crimine di questo embargo genocida evidentemente puo compiersi solo grazie a molte complicita e non tollera testimoni, ne[k] intrusi.

Per denunciare questa situazione la delegazione di solidarieta continuera[k] la sua attivita nei prossimi giorni.

Nel frattempo il muro di silenzio ha iniziato a cedere. Leonardo Mazzei e Vainer Burani sono stati am lungo intervistati dalla TV araba al Jazeera. Le interviste saranno trasmesse questa sera.

Per domani mattina (lunedi[k] 24 dicembre) e prevista (grazie al determinante contributo delle organizzazioni della Resistenza palestinese) una conferenza stampa a Ramallah.

Subito dopo ci recheremo al consolato italiano di Gerusalemme dove protesteremo, con un sit-in, per la situazione che si e determinata.

Domani sera saremo invece a Betlemme in occasione della Santa messa di Natale.
La delegazione italiana, affiancata dai fratelli palestinesi, musulmani e cristiani, e da decine di militanti antisionisti israeliani, esporra[k] uno striscione in lingua italiana con su scritto [k]STOP EMBARGO! GAZA VIVRA[k][k]

Tutte queste attivita sono finalizzate ad una nuova e piu forte iniziativa al valico di Eretz, al quale ci ripresenteremo, piu[k] numerosi, il 26 dicembre.

Sacchi con medicinali, giochi e altro materiale sono stati consegnati ai volontari di due Ong italiane attive da tempo all’interno di Gaza e verranno distribuiti alla popolazione.

Leonardo Mazzei x la Delegazione

* La Delegazione e[k] composta da: Leonardo Mazzei [k]Comitato Gaza Vivra’[k] – Fernando Rossi, Senatore – Giovanni Franzoni, Comunita’ Cristiane di Base – Lucio Manisco, Giornalista ed ex parlamentare – Maria Grazia Ardizzone, Campo Antimperialista – Elvio Arancio, Centro studi cultura islamica di Torino – Davide Casali, Fotoreporter, inviato di Infopal.it – Giuseppe Pelazza, Avvocato – Vainer Burani, Avvocato, membro [k]Giuristi Democratici[k] – Maria Grazia Da Costa, Operatrice sanitaria – Ugo Giannangeli, Avvocato, onlus [k]Per Gazzella[k] – Zeno Leoni, Giornalista – Carmela Vaccaro, Docente universitaria, esperta di acqua – Erika Miozzi, Associazione umanitaria di volontariato [k]Sumud[k] – Anika Persiani, Associazione umanitaria di volontariato [k]Sumud[k] – Margarita Langthaler [k]Comitato Gaza Vivra’ di Vienna.

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.