Comunicati Archive

  • comunicato del partito operaio Il contratto delle elemosine va respinto con un NO che li faccia tremare. Un no che serve per manifestare a tutta la società che questi dirigenti sindacali non ci rappresentano più, che serve un nuovo sindacalismo operaio. Elemosina N° 1 Confermati i minimi tabellari del 2015, nessun aumento fino a Giugno 2017. La prima volta che si chiude un contratto senza soldi freschi. A giugno 2017 verifica della dinamica inflattiva media del 2016 su 2015 per definire un fantomatico aumento.  Con l’inflazione, secondo l’Istat vicino allo zero, zero aumenti.  Due anni e mezzo, 2015, 2016 […] 0

    Un contratto nazionale più indegno non lo potevano sottoscrivere

    comunicato del partito operaio Il contratto delle elemosine va respinto con un NO che li faccia tremare. Un no che serve per manifestare a tutta la società che questi dirigenti sindacali non ci rappresentano più, che serve un nuovo sindacalismo operaio. Elemosina N° 1 Confermati i minimi tabellari del 2015, nessun aumento fino a Giugno 2017. La prima volta che si chiude un contratto senza soldi freschi. A giugno 2017 verifica della dinamica inflattiva media del 2016 su 2015 per definire un fantomatico aumento.  Con l’inflazione, secondo l’Istat vicino allo zero, zero aumenti.  Due anni e mezzo, 2015, 2016 […]

    Continue Reading

  • A noi operai interessa solo battere l’uomo dei licenziamenti liberi, per questa ragione, al referendum, votiamo No Non abbiamo nessun interesse a difendere la Costituzione, la Costituzione è la più bella del mondo perché è riuscita ad essere la base reale della Repubblica dei padroni e presentarsi come la Costituzione della Repubblica fondata sul lavoro. Così ogni lavoratore ha potuto sentirsi, illudendosi, rappresentato direttamente. Ora possiamo ben dire che si trattava del lavoro dei padroni per sfruttare più intensamente gli operai. Quello è il lavoro su cui si basa la bella Costituzione. Ai padroni la libertà di iniziativa economica, […] 0

    Operai e referendum costituzionale

    A noi operai interessa solo battere l’uomo dei licenziamenti liberi, per questa ragione, al referendum, votiamo No Non abbiamo nessun interesse a difendere la Costituzione, la Costituzione è la più bella del mondo perché è riuscita ad essere la base reale della Repubblica dei padroni e presentarsi come la Costituzione della Repubblica fondata sul lavoro. Così ogni lavoratore ha potuto sentirsi, illudendosi, rappresentato direttamente. Ora possiamo ben dire che si trattava del lavoro dei padroni per sfruttare più intensamente gli operai. Quello è il lavoro su cui si basa la bella Costituzione. Ai padroni la libertà di iniziativa economica, […]

    Continue Reading

  • Alle elezioni politiche ed amministrative, finché non c’è un partito operaio la nostra scelta è disertare le urne, non partecipare a scegliere quale borghese ci dovrà ancora rapinare ed opprimere. Con questo referendum possiamo invece manifestare la nostra protesta, sappiamo che è solo una protesta formale, con un’urna e una scheda, ma è una occasione che ci conviene sfruttare. Per una serie di condizioni particolari sono in contrasto i padroni grandi e piccoli legati al turismo ed all’ambiente e i grandi padroni “petroliferi”. I “turistici” mascherano i loro interessi con la salvaguardia dell’ambiente, i grandi petrolieri addirittura con la […] 0

    Nell’interesse degli operai il 17 aprile andiamo a votare e votiamo SI

    Alle elezioni politiche ed amministrative, finché non c’è un partito operaio la nostra scelta è disertare le urne, non partecipare a scegliere quale borghese ci dovrà ancora rapinare ed opprimere. Con questo referendum possiamo invece manifestare la nostra protesta, sappiamo che è solo una protesta formale, con un’urna e una scheda, ma è una occasione che ci conviene sfruttare. Per una serie di condizioni particolari sono in contrasto i padroni grandi e piccoli legati al turismo ed all’ambiente e i grandi padroni “petroliferi”. I “turistici” mascherano i loro interessi con la salvaguardia dell’ambiente, i grandi petrolieri addirittura con la […]

    Continue Reading

  • Ripublichiamo il documento della prima conferenza con la traduzione in tedesco dello scritto degli operai di Sesto San Giovanni fatto pervenire agli operai tedeschi Labournet.de dove hanno già riportato la conferenza a Sindelfingen: www.labournet.de/branchen/auto/auto-international/1-internationalen-automobilarbeiterkonferenz-vom-15-bis-18-oktober-2015-in-sindelfingendeutschland/ – e dove, del resto, è archiviata la più completa documentazione in tedesco sulla lotta degli operai alla INNSE (http://archiv.labournet.de/internationales/it/innseindex.html)! Wir Arbeiter der Metallindustrie, auch wenn wir nicht der Automobilindustrie angehören, teilen vollumfänglich, was die Automobilarbeiter, die sich am 17. Oktober 2015 in Sindelfingen versammelten, geschrieben, bezeugt und aufgebaut haben. Wir unterschreiben das Dokument und werden es in einer möglichst grossen Anzahl Fabriken verbreiten.  Wir […] 0

    CONFERENZA INTERNAZIONALE DEGLI OPERAI DELL’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA

    Ripublichiamo il documento della prima conferenza con la traduzione in tedesco dello scritto degli operai di Sesto San Giovanni fatto pervenire agli operai tedeschi Labournet.de dove hanno già riportato la conferenza a Sindelfingen: www.labournet.de/branchen/auto/auto-international/1-internationalen-automobilarbeiterkonferenz-vom-15-bis-18-oktober-2015-in-sindelfingendeutschland/ – e dove, del resto, è archiviata la più completa documentazione in tedesco sulla lotta degli operai alla INNSE (http://archiv.labournet.de/internationales/it/innseindex.html)! Wir Arbeiter der Metallindustrie, auch wenn wir nicht der Automobilindustrie angehören, teilen vollumfänglich, was die Automobilarbeiter, die sich am 17. Oktober 2015 in Sindelfingen versammelten, geschrieben, bezeugt und aufgebaut haben. Wir unterschreiben das Dokument und werden es in einer möglichst grossen Anzahl Fabriken verbreiten.  Wir […]

    Continue Reading

  • La FIOM si presenta nelle fabbriche con la nuova proposta di piattaforma per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. Vuole il consenso degli operai noi voteremo no, e spieghiamo il perché. La bozza presentata a Cervia il 23/24 ottobre è una ipotesi di piattaforma che si discosta poco da quelle già presentate dagli altri due sindacati dei metalmeccanici (FIM e UILM).   Primo problema: Per responsabilità diretta dei gruppi dirigenti sindacali , gli operai metalmeccanici si presentano ai padroni con richieste diverse, diverse tempistiche contrattuali e divisi su come condurre le trattative. La Confindustria esulta. Il problema possono risolverlo […] 0

    La piattaforma delle elemosine

    La FIOM si presenta nelle fabbriche con la nuova proposta di piattaforma per il rinnovo del contratto dei metalmeccanici. Vuole il consenso degli operai noi voteremo no, e spieghiamo il perché. La bozza presentata a Cervia il 23/24 ottobre è una ipotesi di piattaforma che si discosta poco da quelle già presentate dagli altri due sindacati dei metalmeccanici (FIM e UILM).   Primo problema: Per responsabilità diretta dei gruppi dirigenti sindacali , gli operai metalmeccanici si presentano ai padroni con richieste diverse, diverse tempistiche contrattuali e divisi su come condurre le trattative. La Confindustria esulta. Il problema possono risolverlo […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, Noi operai dell’industria metalmeccanica, pur non appartenendo all’industria automobilistica condividiamo pienamente con quanto scritto, affermato e costruito dagli operai dell’industria automobilistica riunitisi a Sindelfingen il 17/10/2015. Sottoscriviamo il documento e faremo in modo di propagandarlo nel maggior numero di fabbriche possibile. Convinti che questa risoluzione possa essere una base di lavoro comune, faremo quanto è nelle nostre forze per partecipare alle future conferenze indette dal coordinamento. Portando la nostra solidarietà militante, la nostra esperienza nelle lotte e il nostro punto di vista per la costruzione di un partito operaio internazionale .  Operai e delegati di […] 0

    CONFERENZA MONDIALE DEGLI OPERAI DELL’INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA

    Redazione di operai contro, Noi operai dell’industria metalmeccanica, pur non appartenendo all’industria automobilistica condividiamo pienamente con quanto scritto, affermato e costruito dagli operai dell’industria automobilistica riunitisi a Sindelfingen il 17/10/2015. Sottoscriviamo il documento e faremo in modo di propagandarlo nel maggior numero di fabbriche possibile. Convinti che questa risoluzione possa essere una base di lavoro comune, faremo quanto è nelle nostre forze per partecipare alle future conferenze indette dal coordinamento. Portando la nostra solidarietà militante, la nostra esperienza nelle lotte e il nostro punto di vista per la costruzione di un partito operaio internazionale .  Operai e delegati di […]

    Continue Reading

  • Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari con le borghesie europee, alle loro condizioni e sotto il loro tallone. Il Califfato ne è l’espressione, viene presentato dai grandi padroni […] 0

    OPPORTUNISMO

    Stiamo comodi davanti alla televisione, navighiamo liberamente su internet, siamo connessi col mondo intero e sappiamo bene che in questo preciso istante aerei USA bombardano città, aerei russi radono al suolo quartieri di Aleppo, il governo italiano si prepara ad usare i suoi caccia per ritagliarsi un posto fra i rapinatori a mano armata e dividersi il bottino. Il bottino è il controllo del Medio Oriente, la crisi ha prodotto forze non più disposte a fare affari con le borghesie europee, alle loro condizioni e sotto il loro tallone. Il Califfato ne è l’espressione, viene presentato dai grandi padroni […]

    Continue Reading

  • Una nuova guerra mondiale sta scoppiando E’ una guerra particolare. Gli eserciti dei padroni lo dimostrano. L’arma preferita dai padroni saranno i bombardamenti e gli attacchi alla popolazione civile. Padroni tedeschi, padroni americani, hanno iniziato ad usare i bombardamenti e le stragi di civili nella seconda guerra mondiale. Noi siamo dalla parte degli operai di tutto il mondo perchè sono l’unica classe che può distruggere il capitalismo Noi siamo dalla parte dei giovani arabi che hanno il coraggio di combattere i padroni Noi siamo dalla parte dei giovani palestinesi che armati anche solo di pietre, affrontano l’esercito degli assassini […] 0

    DALLA PARTE DI CHI SI RIBELLA AI PADRONI

    Una nuova guerra mondiale sta scoppiando E’ una guerra particolare. Gli eserciti dei padroni lo dimostrano. L’arma preferita dai padroni saranno i bombardamenti e gli attacchi alla popolazione civile. Padroni tedeschi, padroni americani, hanno iniziato ad usare i bombardamenti e le stragi di civili nella seconda guerra mondiale. Noi siamo dalla parte degli operai di tutto il mondo perchè sono l’unica classe che può distruggere il capitalismo Noi siamo dalla parte dei giovani arabi che hanno il coraggio di combattere i padroni Noi siamo dalla parte dei giovani palestinesi che armati anche solo di pietre, affrontano l’esercito degli assassini […]

    Continue Reading

  • Lo scritto è pubblicato anche nei comunicati Appello alle classi lavoratrici di Gran Bretagna Pubblichiamo in allegato il libro “La situazione della classe operaia in Inghilterra. F. Engels 1845” Volevamo pubblicare solo le pagine 23-24-25 dell’appello di Engels, che riteniamo oggi molto importanti.Non ci siamo riusciti Chi vuole può leggere interamente il libro e lasciar perdere le annotazioni a penna Raccomandiamo di leggere pag. 28 (1) Avvertenza di Engels dalla prefazione alla Situazione della classe operaia in Inghilterra: engels_lasituazione1945 La redazione Facebook Comments 0

    “La situazione della classe operaia in Inghilterra. F. Engels 1845”

    Lo scritto è pubblicato anche nei comunicati Appello alle classi lavoratrici di Gran Bretagna Pubblichiamo in allegato il libro “La situazione della classe operaia in Inghilterra. F. Engels 1845” Volevamo pubblicare solo le pagine 23-24-25 dell’appello di Engels, che riteniamo oggi molto importanti.Non ci siamo riusciti Chi vuole può leggere interamente il libro e lasciar perdere le annotazioni a penna Raccomandiamo di leggere pag. 28 (1) Avvertenza di Engels dalla prefazione alla Situazione della classe operaia in Inghilterra: engels_lasituazione1945 La redazione Facebook Comments

    Continue Reading

  • L’imperialismo italiano, tedesco, francese, inglese, russo e statunitense, ha macellato e sta macellando con una guerra mortale per i loro interessi, intere popolazioni del Medio Oriente e dell’Africa. I grandi padroni occidentali hanno distrutto le economie locali, hanno reso più aggressive e reazionarie le borghesie dei paesi del Medio Oriente e dei paesi arabi che si affacciano sul mediterraneo, dando un largo appoggio ai padroni e politici  che schiacciano chi si ribella. Migliaia di rifugiati, vittime della guerra e della miseria che il sistema del capitalismo ha prodotto, stanno cercando una nuova vita, affrontando esodi storici senza avere la […] 0

    LA LUNGA MARCIA DEI POPOLI OPPRESSI

    L’imperialismo italiano, tedesco, francese, inglese, russo e statunitense, ha macellato e sta macellando con una guerra mortale per i loro interessi, intere popolazioni del Medio Oriente e dell’Africa. I grandi padroni occidentali hanno distrutto le economie locali, hanno reso più aggressive e reazionarie le borghesie dei paesi del Medio Oriente e dei paesi arabi che si affacciano sul mediterraneo, dando un largo appoggio ai padroni e politici  che schiacciano chi si ribella. Migliaia di rifugiati, vittime della guerra e della miseria che il sistema del capitalismo ha prodotto, stanno cercando una nuova vita, affrontando esodi storici senza avere la […]

    Continue Reading