Giornale, Numero 11 del 11 ottobre 2018

La guerra per spartirsi il bottino

L’offensiva per piegare agli interessi del grande capitale il governo della piccola e media borghesia del Nord e del Sud è in atto. Salvini e Di Maio resistono, ma non […]

L’offensiva per piegare agli interessi del grande capitale il governo della piccola e media borghesia del Nord e del Sud è in atto. Salvini e Di Maio resistono, ma non si sa fino a quando. La legge di bilancio dello Stato è una leva per distribuire fra le diverse classi sociali una massa ingente di denaro pubblico. L’alta finanza, la grande e media industria e il vero e proprio funzionariato statale, non vogliono rinunciare alla loro parte se non incrementarla. Al governo ci sono forze che rappresentano altri strati sociali, questi hanno spinto, con il voto, Lega e 5Stelle al governo ed ora vanno ripagati. Niente di meglio che usare il bilancio dello stato per questa operazione. Così assistiamo ad un inedito braccio di ferro fra grande capitale, con tutte le sue articolazioni, finanziarie industriali e statali, e una numerosa media e piccola borghesia, rovinata dalla crisi che chiede il conto.

La guerra per spartirsi il bottino

E. A.

Lascia una risposta