Giornale, Numero 23 del 23 giugno 2018

IL SISTEMA CAPITALISTA E’ ALLA FINE DELLA CORSA

Redazione di Operai Contro, cerchiamo di dare una motivazione del perché si è scatenata tra gli stati capitalisti la guerra dei dazi. Per prima cosa occorre chiarire che su taluni […]

Redazione di Operai Contro,

cerchiamo di dare una motivazione del perché si è scatenata tra gli stati capitalisti la guerra dei dazi. Per prima cosa occorre chiarire che su taluni prodotti i dazi sono sempre esistiti. Ma oggi l’imposizione dei dazi, anche rispetto all’inizio del secolo, cresce con grande velocità. Dopo la seconda guerra mondiale, i padroni in tutto il mondo avevano propagandato il libero mercato e l’eliminazione dei dazi. I padroni pensavano che fosse sufficiente appropriarsi del lavoro non pagato degli operai per aumentare i loro profitti. Lo sfruttamento degli operai nei paesi capitalisti crebbe. I padroni si appropriarono con regolari guerre delle materie prime degli altri paesi. L’esportazione di capitali crebbe in tutto il mondo. Costrinsero le popolazioni ad iniziare l’emigrazione.  I capitalisti devono realizzare profitti. Per realizzarli estorcono lavoro non pagato agli operai. L’allungamento della giornata di lavoro non è più possibile, in conseguenza delle lotte operaie. I padroni sono passati alla diminuzione dei salari e all’aumento della produttività. Ma ormai la diminuzione dei salari è praticata dai padroni in tutto il mondo. Per aumentare la produttività, non basta semplicemente aumentare i ritmi di lavoro, occorre  aumentare gli investimenti in macchinari. Tutto ciò non basta per essere sicuri di trasformare il lavoro non pagato estorto agli operai in profitto.  Occorre impedire ai padroni concorrenti di vendere le loro merci. Tutte le fandonie sul libero mercato sono finite. Gli Usa aumentano i dazi ai padroni europei e cinesi. I padroni cinesi ed europei innalzano dazi contro le merci dei padroni USA. Tutto ciò è una dimostrazione che la crisi del capitale continua. Al capitalismo non basta aumentare lo sfruttamento degli operai e delle popolazioni di tutto il mondo. Il capitalismo è un sistema morente. I capitalisti tentano di sopravvivere è aumentano la loro violenza.  Arriveranno ad un’altra guerra mondiale. Certo l’analisi avrebbe bisogno di scritti migliori. Ma di una cosa sono sicuro: o gli operai organizzati in Partito scatenano la loro rivoluzione e prendono il potere e seppelliscono il cadavere del capitalismo impedendo il terzo macello mondiale oppure il terzo macello mondiale spingerà gli operai ad organizzarsi in partito per seppellire il cadavere putrescente del capitalismo.

Un operaio di Torino

Lascia una risposta