Giornale, Numero 17 del 17 marzo 2018

La crescita del Pil fa crescere l’occupazione?

Redazione di Operai Contro, i padroni e i loro servi, continuano a gridare il PIL cresce. Vogliono convincerci che la crescita del PIL vuol dire aumento dell’occupazione. E’ bene chiarire […]

Redazione di Operai Contro,

i padroni e i loro servi, continuano a gridare il PIL cresce.

Vogliono convincerci che la crescita del PIL vuol dire aumento dell’occupazione.

E’ bene chiarire una questione:

– se il PIL cresce aumentano i profitti dei padroni

– se il PIL aumenta cresce lo sfruttamento degli operai cioè della forza lavoro

-se il PIL aumenta non è automatico che aumentano i salari. Infatti i salari in Italia diminuiscono

Il Paese che ha visto la propria economia crescere di più è stata la Romania, con un aumento del Pil addirittura del 7%, seguita dalla Slovenia, con il 6,2%. Però la Romania ha avuto un tasso di crescita dell’occupazione solo dell’1,8%: una crescita economica tripla rispetto alla media Ue ha prodotto un aumento del numero di persone che lavorano di poco superiore alla media e molto inferiore, in proporzione alla crescita economica, a quello che si è registrato nell’intera Unione europea.

Quindi la crescita del PIL non vuol dire affatto una corrispondente crescita dell’occupazione.

La crescita dell’ocupazione non vuol dire crescita dei salari, ma aumento dello sfuttamento

Un operaio di Milano

 

Lascia una risposta