Giornale, Numero 12 del 12 novembre 2017

GRUPPO DI STUDIO DI GENOVA SULLE CONFERENZE DI MARX AGLI OPERAI

Redazione di operai Contro, Siamo un gruppo di operai di tre fabbriche di Genova. Abbiamo apprezzato la precisazione della redazione sulla differenza tra lavoro e forza-lavoro. Interveniamo sulla quinta conferenza. […]

Redazione di operai Contro,

Siamo un gruppo di operai di tre fabbriche di Genova. Abbiamo apprezzato la precisazione della redazione sulla differenza tra lavoro e forza-lavoro.

Interveniamo sulla quinta conferenza. Padroni e sindacalisti parlano dell’industria 4.0 Ci raccontano che grazie all’industria 4.0 saremo come operai più felici e avremo più salario.Raccontano balle.

Siamo d’accordo con Marx che afferma: ” quanto più il capitale produttivo cresce, tanto più si estendono la divisione del lavoro e l’impiego della macchine. Quanto più la divisione del lavoro e l’impiego della macchine si estendono, tanto più si estende la concorrenza fra gli operai, tanto più si contrae il loro salario Tutto lo sviluppo capitalistico dall’epoca in cui Marx scriveva si è basato sulla crescente divisione del lavoro e sull’introduzione sempre più gigantesca di macchine via via più perfezionate tecnicamente. Questi fattori hanno consentito ai capitalisti di ridurre i costi di produzione, di accrescere enormemente i profitti e, quindi, di far divenire “tanto più fruttuoso” lo sfruttamento del lavoro. In regime di libera concorrenza questi potenti stimoli alla crescita hanno svolto in pieno il loro ruolo. E quando sono intervenuti i monopoli l’effetto è stato rinnovato con l’impiego ancora più massiccio di macchinari ormai in grado di incorporare una quantità straordinaria di lavoro “diviso”

operai di Genova

Lascia una risposta