Giornale, nUMERO 9 DEL 9 NOVEMBRE 2017

I VOTI DELLA DEMOCRAZIA ELETTORALE

Redazione di Operai Contro, giornali, televisioni, parassiti del centro destra, partiti fascisti si fanno belli dei voti che hanno preso alle elezioni Le percentuali sono una menzogna per far finta […]

Redazione di Operai Contro,

giornali, televisioni, parassiti del centro destra, partiti fascisti si fanno belli dei voti che hanno preso alle elezioni

Le percentuali sono una menzogna per far finta che la democrazia del voto è viva

“il primo dato da porre in evidenza è il seguente:

– In Sicilia il 60% degli aventi diritto o non ha votato o ha annullato la scheda.

– ad Ostia su 185000  aventi diritto al voto, il 70% non ha votato o ha annullato la scheda.

Facciamo due conti:

– in Sicilia gli elettori  erano 4,6 milioni, non hanno votato 3 milioni, hanno votato 1,6 milioni

– ad Ostia su 185000 non hanno votato o hanno annullato la scheda 130.000

Stabiliti questi dati è possibile ragionare:

– in Sicilia e ad Ostia hanno vinto gli astenuti. Il popolo non ha più nessuna fiducia nella democrazia del voto e protesta non andando a votare o annullando la scheda. E’ un primo passo della lotta contro i borghesi

– in Sicilia  il centro destra, ha avuto il 40% dei 1,6 milioni di votanti. Musumeci ha avuto 640 mila voti.  Musumeci ha avuto 640 mila voti su 4,6 milioni di aventi diritto – a Ostia il centro destra ha avuto il 27% dei  55000 votanti. Cioè 15000 voti

Possono strombazzare quanto vogliono sui voti  del centro destra ma hanno avuto i voti di una piccola minoranza, 640 mila voti in Sicilia e 15000 a Ostia.

Questa è la democrazia borghese. Ormai i partecipanti alle elezioni sono i padroni e le loro famiglie, i politici parassiti e le loro famiglie, la polizia e le loro famiglie, i mafiosi e i loro compari affaristi.

I borghesi del centro destra hanno poco da essere contenti.

I fascisti di CASAPOUND ptretendono di aver avuto una valanga di voti. Hanno avuto il 9% di 55000. Cioè meno di 4800 voti. Malgrado la famiglia Spada e il loro controllo dei seggi. Nonostante i giornali e le TV la protesta contro la borghesia avanza.

I borghesi sono gli unici che fanno finta di credere nelle elezioni

Un operaio di Milano

Lascia una risposta