Giornale, Numero 22 swl 22 settembre 2017

LAVORO SALARIATO E CAPITALE: SECONDA CONFERENZA DI K. MARX AGLI OPERAI

Ma quali sono i costi di produzione del lavoro ? Sono i costi necessari per conservare l’operaio come operaio e per formarlo come operaio . Quanto meno tempo si richiede […]

Ma quali sono i costi di produzione del lavoro ?

Sono i costi necessari per conservare l’operaio come operaio e per formarlo come operaio .

Quanto meno tempo si richiede per apprendere un lavoro, tanto minori sono i costi di produzione dell’operaio, tanto più basso è il prezzo del suo lavoro, il suo salario. Nei rami industriali dove non si richiede nessun apprendistato e basta la semplice esistenza fisica dell’operaio, i costi di produzione richiesti per la sua formazione si riducono quasi esclusivamente alle merci necessarie per mantenerlo in vita. Il prezzo del suo lavoro sarà dunque determinato dal prezzo dei mezzi di sussistenza necessari.

Ma bisogna fare ancora una considerazione. Il fabbricante, che calcola i costi di produzione e, a seconda di essi, il prezzo dei prodotti, tiene conto del logorio degli strumenti di lavoro. Se una macchina gli costa, per esempio, 1.000 franchi e si logora in dieci anni, egli conteggia 100 franchi all’anno nel prezzo della merce, per potere, dopo dieci anni, sostituire la macchina vecchia con una nuova. Allo stesso modo, nei costi di produzione del semplice lavoro46 devono essere conteggiati i costi di riproduzione, per cui la razza degli operai viene posta in condizione di moltiplicarsi e di sostituire gli operai logorati dal lavoro con nuovi operai. Il logorio dell’operaio viene dunque conteggiato allo stesso modo del logorio della macchina.

iL RESTO DELLA CONFERENZA E’ SCARICABILE IN FORMATO.pdf

Lavoro Salariato e capitale 2

 

graffito di BLU

Lascia una risposta