Giornale, Numero 30 del 30 agosto 2017

Poletti flop alla festa del Jobs act

Caro Operai Contro, ad ascoltare Poletti non c’era proprio nessuno. Anche chi era andato per tirargli uova e pomodori, è tornato indietro quando ha visto la sala vuota. Poletti il […]

Caro Operai Contro,

ad ascoltare Poletti non c’era proprio nessuno. Anche chi era andato per tirargli uova e pomodori, è tornato indietro quando ha visto la sala vuota. Poletti il ministro del Lavoro dei negrieri, che insieme a Renzi ha varato il Jobs act, doveva parlare alla festa dell’Unità di Modena, ma ha dovuto rinunciare perché c’erano solo sedie vuote. I dirigenti del Pd continuano imperterriti a celebrare la festa dell’Unità, Certo la festa dell’unità con l’aristocrazia operaia, con i sindacalisti venduti, con una politica antioperaia e antipopolare, consona ai padroni.

Il flop di Poletti è un altro segno dell’isolamento del governo dei padroni.

Salutoni

 

Spedisco un estratto dal Fatto Quotidiano

Poletti, l’incontro alla Festa dell’Unità di Modena è un flop. Sala deserta e sedie vuote per il ministro del Lavoro

Sono lontani i tempi in cui agli incontri delle feste dell’Unità si faceva fatica a trovare una sedia libera. Anzi, lontanissimi a giudicare dalle immagini che arrivano dalla Festa provinciale di Modena di Ponte Alto. Le hanno girate i cronisti del quotidiano locale La Pressa Modenese (il video integrale è visibile sul loro canale Youtub) nella serata di venerdì 25 agosto. L’appuntamento, in programma alle 21, doveva essere un’intervista al ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Giuliano Poletti. Nonostante l’ex presidente di Legacoop giocasse in casa nella sua Emilia, l’accoglienza non è stata delle più calorose. Dopo il tradizionale saluto dei volontari delle cucine, Poletti è salito sul palco. Ma in platea c’erano più sedie vuote che ascoltatori (in tutto circa trenta persone, inclusi giornalisti, dirigenti di partito e componenti dello staff della Festa).

Lascia una risposta