Giornale, Numero 11 del 11 agosto 2017

CAPITANATA, TERRA DANNATA

Redazione di Operai Contro, Sono un giovane della Capitanata (questo il nome della provincia di Foggia). Mi viene una rabbia, quando sento televisioni e giornali che affermano che è terra […]

Redazione di Operai Contro,

Sono un giovane della Capitanata (questo il nome della provincia di Foggia). Mi viene una rabbia, quando sento televisioni e giornali che affermano che è terra di Mafie. Che è in atto una guerra tra bande criminali. La Capitanata è un cimitero di fabbriche, nelle campagne comandano i padroni della terra. I capi bastone oggi li chiamano caporali. I giovani diventano facilmente dei fuori legge. Che altro potrebbero fare? Una volta si poteva scappare e cercare un lavoro al Nord. Ma oggi è diverso. Qualche giovane (pochi in verità) trovano lavoro leccando il culo ai politici o agli amministratori comunali. Altri hanno cercato lavoro alla FCA di Melfi che sta distruggendo la migliore gioventù. Gli altri devono accontentarsi di lavori precari ( braccianti agricoli) a 3 euro l’ora, sempre che lo trovino. E loro parlano di guerra tra bande criminali.

Un giovane della Capitanata

Lascia una risposta