Giornale, Numero 15 del 15 maggio 2017

11 licenziamenti: i sindacati recriminano, abbiamo seguito il percorso del padrone!

Caro Operai Contro, alla Butos Horeca di Forli, davanti agli 11 licenziamenti i sindacalisti recriminano di aver condiviso il percorso scelto dall’azienda per aumentare la produttività con la promessa dei […]

Caro Operai Contro,

alla Butos Horeca di Forli, davanti agli 11 licenziamenti i sindacalisti recriminano di aver condiviso il percorso scelto dall’azienda per aumentare la produttività con la promessa dei contratti di solidarietà. E il padrone per aumentare la produttività, ovvero più produzione con meno operai, è partito con 11 licenziamenti. Questo è il risultato di aver condiviso il percorso proposto dal padrone: niente lotte e grande slalom di chiacchiere dalle sedi sindacali a quelle istituzionali, a dimostrazione che questo tipo di sindacalismo serve per concludere accordi a perdere. Purtroppo finché non mandiamo a quel paese questo sindacalismo, non potremo opporre alcuna resistenza al padrone. Ogni lotta, ogni battaglia, sarà persa in partenza senza neanche combatterla.

Saluti da un affezionato lettore

 

Allego un articolo da Forli today
Doccia fredda alla Butos Horeca: niente solidarietà, ma ben 11 licenziamenti
Critici i sindacati: “Questa scelta disconosce quel contratto di solidarietà, risultato di un percorso di incontri sia in sede sindacale che istituzionale, che avrebbe dovuto rilanciare la produttività aziendale salvaguardare l’occupazione e, di conseguenza, salvare i posti di lavoro degli undici esuberi dichiarati. FAI FLAI e UILA sottolineano che tale percorso fu proposto a suo tempo, proprio dalla stessa azienda”.

Butos Ho.Re.Ca., un’azienda di Forlimpopoli specializzata nel confezionamento dello zucchero per bar e la ristorazione, licenzierà 11 dipendenti. Lo comunicano le organizzazioni sindacali FAI-CISL,FLAI-CGIL, UILA- UIL, al termine di un’assemblea in azienda tenutasi venerdì durante la quale sono stati espresse rabbia e forte preoccupazione per l’intenzione, annunciata dall’azienda, di procedere col licenziamento di ben undici dipendenti.

Butos Horeca è una società controllata per intero dal gruppo SFIR ed è nata nel 2008 a seguito della cessazione della attività dello zuccherificio SFIR di Forlimpopoli. “Fu una decisione presa dalla proprietà SFIR (famiglia Maraldi) che così facendo potè accedere ai finanziamenti europei dell’Organizzazione Mercato Comune dello zucchero ( oltre 70 milioni di euro)”, ricordano i sindacati . In particolare con accordo sindacale nazionale nel 2005 la SFIR si impegnò a non licenziare nessun lavoratore la società Butos Ho.re.ca nacque quindi reimpiegando anche i lavoratori dello zuccherificio.

Dicono i sindacalisti: “Nell’incontro di giovedì presso gli uffici della provincia, alla presenza del sindaco di Forlimpopoli, l’azienda avrebbe dichiarato che le difficoltà del gruppo SFIR non consentirebbero la prosecuzione della trattativa sul contratto di solidarietà, anche alla luce del concordato presentato la settimana scorsa da Ferrara Food, altra azienda del gruppo che fa capo alla Famiglia Maraldi, nata anche questa con i fondi della riconversione degli zuccherifici. L’utilizzo di questi finanziamenti è ancora oggi oggetto di interrogazioni a livello regionale anche da parte dell’ amministrazione comunale di Forlimpopoli”.
Ed infine: “Riteniamo inaccettabile la retromarcia della BUTOS conseguente alle pressione della società controllante (SFIR)”. I sindacati proclamano lo stato di agitazione e si attivano per mettere in cantiere iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, allo scopo di riaprire un confronto con la proprietà.

Lascia una risposta