Giornale, Numero 13 del 13 maggio 2017

Morti per amianto, assolti a Milano ex vertici Fiat Auto per caso Alfa di Arese

Redazione di Operai Contro, Il tribunale di Miano assolve sempre i dirgenti delle fabbriche accusati della morte di operai. Se il processo si svolge a Milano padroni e dirigenti stiano […]

Redazione di Operai Contro,

Il tribunale di Miano assolve sempre i dirgenti delle fabbriche accusati della morte di operai. Se il processo si svolge a Milano padroni e dirigenti stiano tranquilli l’assoluzione è sicura. Il palazzo della Giustizia di Milano molto probnabilmente cambierà nome e verrà chiamato il palazzo dell’assoluzione.

 Sono stati assolti con formula piena Paolo Cantarella e Giorgio Garuzzo, rispettivamente ex amministratore delegato ed ex presidente di Fiat Auto, accusati di omicidio colposo nel processo con al centro dieci casi di operai morti per forme tumorali provocate dall’esposizione all’amianto dopo aver lavorato nello stabilimento dell’Alfa Romeo di Arese (Milano).

Il Tribunale ha assolto anche altri tre imputati, ex manager Alfa Lancia.

Subito dopo la lettura della sentenza la figlia di un operaio deceduto ha gridato “vergogna” e poi fuori dall’aula ha detto: “È una vergogna, uno schifo, mio padre allora è morto per la gloria”.

Forsre noi operai dobbiamo in cominciare a capire che nessun giudice condannerà mai un padrone o dirigente di fabbrica

 Un operaio

Lascia una risposta