Giornale, Numero 125 del 4 maggio 2016

Euralluminia : sesto giorno di mobilitazione a Cagliari e Roma

Caro Operai Contro, a Montecitorio gli operai Euralluminia sono stati spesso accolti a suon di manganelli, a difesa del muro di gomma dei vari ministri di turno. A Cagliari la […]

Caro Operai Contro,

a Montecitorio gli operai Euralluminia sono stati spesso accolti a suon di manganelli, a difesa del muro di gomma dei vari ministri di turno. A Cagliari la pantomima dei politici del consiglio regionale, “proprio questa mattina avvierà la discussione della riforma dei Servizi per il lavoro in Sardegna”. Proprio così: per ritirare i licenziamenti degli operai, i politici avvieranno, “la discussione della riforma dei Servizi per il lavoro in Sardegna”.

Di “riforma” in riforma vogliono annientarci come uomini, dopo averci distrutti come operai.

E’ proprio tempo di cambiare registro e agire! Pensare concretamente come agirebbe il partito operaio, cominciando da subito a farlo. Lasciamo aperti i contatti con quanti sono d’accordo.

Dalla Sardegna invio questa nota da SardiniaPost.

 

Sesto giorno di mobilitazione per gli operai di Eurallumina che sollecitano una soluzione positiva della vertenza e il riavvio dello stabilimento di Portovesme, nel Sulcis, al termine dell’iter autorizzativo previsto tra fine maggio e inizio giugno. Mentre prosegue il presidio a Roma, davanti a Montecitorio, per la piccola ma rumorosa delegazione sarda, a Cagliari i lavoratori sono giunti in via Roma davanti al Consiglio regionale per un nuovo sit-in. Ieri doppio incontro istituzionale con il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, a Roma, e con l’assessore regionale dell’Industria, Maria Grazia Piras, a Cagliari. Oggi la voce degli operai si leverà nei confronti dell’Assemblea legislativa sarda che proprio questa mattina avvierà la discussione della riforma dei Servizi per il lavoro in Sardegna.

 

 

Lascia una risposta