Giornale, Numero 5 del 5 gennaio 2016

ILVA DI TARANTO: NON SI CAPISCE PIU’ UN CAZZO

Redazione di Operai Contro, ha ragione il Partito Operaio quando afferma che è ora di battere l’opportunismo tra le file operaie e che dobbiamo organizzarci per seppellire definitvamente i padroni. […]

Redazione di Operai Contro,

ha ragione il Partito Operaio quando afferma che è ora di battere l’opportunismo tra le file operaie e che dobbiamo organizzarci per seppellire definitvamente i padroni.

Lo stato mette in vendita l’Ilva che non è di sua proprietà. Lo prevede il bando pubblicato martedì, come previsto dal decreto firmato lunedì dal ministro Federica Guidi.

” Dal 10 gennaio società e cordate di imprenditori interessate alla “cessione” o alla “concessione in affitto, con opzione d’acquisto” dell’Ilva di Taranto potranno ufficialmente presentare le manifestazioni di interesse: per 30 giorni, fino alle 18 del 10 febbraio, si potrà quindi esprimere la volontà di valutare l’acquisto dello stabilimento siderurgico ionico e per le altre società che fanno capo a Ilva spa come Ilva Servizi Marittimi spa, Ilvaform spa, Innse Cilindri srl, Sanac spa, Taranto Energia srl, Socova sas e Tillet sas.”

E’ tutta una manovra del governo dei padroni per licenziare i 12000 operai dell’ILVA e salvare ancora una volta il culo ai Riva.

Per oltre venti anni tutti i governi hanno regalato soldi ai Riva. Per oltre 20 anni la magistratura ha salvato dalla galera Riva e i dirigenti della fabbbrica. Per oltre 20 anni partiti politici e sindacalisti si sono dati da fare per mettere noi operai allo sbando e costringerci ad accettare il ricatto del padrone.

Ora ancora una volta vogliono portarci allo sbando per poterci licenziare

Operai, basta smettiamola di piangere, organizziamoci per lottare contro il capitalismo e seppellire i padroni, i loro politici e i loro sindacalisti

Un operaio dell’ILVA

1 Comment

  1. ocpavia

    Ilva in vendita, ecco chi può partecipare alla gara http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2016/01/05/AS9LYk3-partecipare_ecco_vendita.shtml

    Cornigliano, stabilimento di Genova: Il Jobs act riduce infatti dal 70 al 60% della retribuzione il valore dei contratti di solidarietà, che a Cornigliano riguardano a rotazione 750 lavoratori su 1650. http://genova.repubblica.it/cronaca/2016/01/05/news/ilva_parte_la_vendita_e_oggi_si_gioca_la_partita_degli_stipendi-130626630/

Lascia una risposta