Giornale, Numero 709 del 7 giugno 2014

FICIARA’ DEVE TORNARE AL SUO POSTO DI LAVORO

Francesco Ficiarà operaio Fiat, licenziato per discriminazione deve tornare al suo posto di lavoro. Ficiarà è un operaio ribelle, ha coscienza di essere uno schiavo che lavora per far arricchire […]

Francesco Ficiarà operaio Fiat, licenziato per discriminazione deve tornare al suo posto di lavoro.

Ficiarà è un operaio ribelle, ha coscienza di essere uno schiavo che lavora per far arricchire il suo padrone e resiste ad ogni sopruso.

La Fiat poteva licenziarlo per questo motivo?

Avrebbe calpestato le stesse leggi costituzionali che prevedono libertà di espressione e di organizzazione, di resistenza sindacale.

La Fiat per giustificare il licenziamento ha dovuto inventarsi scarso rendimento, atti di insubordinazione inesistenti.

Il giudice non ha potuto fare altro che annullare il licenziamento.

La Fiat come al solito ha fatto ricorso, ha i soldi e il tempo per farlo.

Il 12 giugno ci sarà nuova udienza, Ficiarà è più deciso di prima a tornare a lavorare, non si è scoraggiato e non si è fatto comprare: combatte una lotta che è di tutti gli operai che si riconoscono come schiavi.

Eliminare questi operai coscienti dalle fabbriche, sarebbe la realizzazione di un antico sogno di tutti i padroni.

Ma non ci riusciranno.

Francesco ha bisogno ora più che mai del nostro sostegno, se tornerà a lavorare in Fiat sarà un risultato importante per tutti gli operai ribelli.

Solidarietà a Francesco, per rendere più coraggiosa e forte la nostra classe, la classe degli schiavi moderni, la classe degli operai.

Partito Operaio                                                                                                         1 giugno 2014

ABBIAMO PUBBLICATO DECINE DI LETTERE DI SOLIDARIETA’ A FRANCESCO.

PER UN ELENCO PIU’ COMPLETO VISITATE IL BLOG DI FRANCESCO  http://falcee.blogs.it/

CENTINAIA SONO LE SOLIDARIETA’ PUBBLICATE SU https://www.facebook.com/

UNA CAMPAGNA DI SOLIDARIETA’ A FRANCESCO PER RENDERE PIU’ CORAGGIOSA E FORTE LA CLASSE DEGLI SCHIAVI MODERNI, LA CLASSE DEGLI OPERAI 

i messaggi e comunicati possono essere spediti sulla e-mail:

frficiar@hotmail.com,

 SI ORGANIZZA UN PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE DEL LAVORO DI MODENA GIOVEDI’ 12 GIUGNO 2014 IN CORSO CANALGRANDE 60, ALLE ORE 12, IN SOSTEGNO DELL’ OPERAIO, PARTECIPATE

 

Lascia una risposta