Giornale, Numero 291 del 6 aprile 2013

MARONI DEI MIEI COGLIONI

Caro Operai Contro Per migliaia di operai e lavoratori lombardi con relative famiglie, sta per scadere la cassa integrazione straordinaria, mentre Maroni fa la prima donna al consiglio regionale della […]

Caro Operai Contro

Per migliaia di operai e lavoratori lombardi con relative famiglie, sta per scadere la cassa integrazione straordinaria, mentre Maroni fa la prima donna al consiglio regionale della Lombardia.

 

Invece di spiegare tempi e modalità per realizzare ciò che aveva promesso in campagna elettorale, Maroni, alla prima seduta del consiglio regionale della Lombardia di cui è presidente, ha allungato la lista delle promesse.

Infatti ha completamento aggirato i temi della campagna elettorale:

 

–        75% delle tasse che deve restare in Lombardia.

–        La macroregione del Nord.

–        L’abolizione dell’Irap.

–        L’abolizione della retta sugli asili.

–        L’istituzione di un fondo per i disoccupati.

 

A queste promesse ha aggiunto:

 

–        L’impegno a lavorare per un progetto di una  moneta complementare, che dovrebbe chiamarsi “Lombard”.

–        La decisione di sostituire Equitalia nella riscossione dei tributi, con una nuova agenzia tutta lombarda, in pratica un altro carrozzone da mantenere con soldi pubblici.

 

Maroni ha dato il colpo di grazia alla Lega alleandosi con Berlusconi, ora se ne frega degli operai che rimangono senza il sussidio della cassa integrazione.

Dalle misure che vuole prendere, si capisce che è rimasto quel mezzo federale, con manie di grandezza e poiché siamo noi a farne le spese, teniamolo d’occhio per sapere come muoverci.

Saluti da Palazzago Bg.

Lascia una risposta