VITA DA SCHIAVI

Confrontate la condizione di un operaio sulle linee di montaggio alla Sevel di Atessa con l'immagine che la società del benessere e della libertà dà di se stessa e scoprirete il solco che divide, nella realtà, una classe di schiavi dalle classi possidenti.

Confrontate la condizione di un operaio sulle linee di montaggio alla Sevel di Atessa con l’immagine che la società del benessere e della libertà dà di se stessa e scoprirete il solco che divide, nella realtà, una classe di schiavi dalle classi possidenti.
Il contrasto si può risolvere … con una rivolta degli schiavi. I fatti sono descritti con precisione nella sentenza del tribunale di Lanciano dove l’operaio ha denunciato l’azienda.


 

Dalla sentenza n. 111/2019 del 23/09/2019, scaricabile al seguente link: https://static-www.cityrumors.it/wp-content/2019/09/img20190923_16370381.pdf 

Clicca sull’immagine per ingrandire
Clicca sull’immagine per ingrandire

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.