ORA PARLANO GLI OPERAI

Messaggio distribuito in 2.500 copie alla ArcelorMittal (ex-Ilva) di Taranto al cambio turno fra il primo e il secondo, martedì 26 novembre 2019.

Messaggio distribuito in 2.500 copie alla ArcelorMittal (ex-Ilva) di Taranto al cambio turno fra il primo e il secondo, martedì 26 novembre 2019.
Il messaggio completo conteneva anche il programma del partito operaio che abbiamo già pubblicato il 19 Ottobre 2019

————————-

Tutti hanno da dire la loro sull’llva di Taranto …
i capi dei partiti, al governo ed all’opposizione
i capi sindacali
il padrone Arcelor Mittal e i dirigenti delle banche
e non è mancato nemmeno il cardinale!!!
A questo punto è bene che anche gli operai dicano la loro, ci prendiamo noi la responsabilità, di esporre pubblicamente ciò che pensiamo veramente.

SE NON SERVIAMO PIÙ A PRODURRE ACCIAIO CI DEVONO MANTENERE, CON UN SALARIO PIENO, AL CENTO PER CENTO, A NON FARE NIENTE.

DECIDANO LORO, ARCELOR MITTAL E IL GOVERNO: O TUTTI AL LAVORO O TUTTI A CASA A STIPENDIO PIENO, NON CI FAREMO ANCORA DIVIDERE FRA CHI VA IN CASSAINTEGRAZIONE A 900 EURO AL MESE E CHI DEVE PROSEGUIRE A LAVORARE IN UNA FABBRICA AVVELENATA.

NON CI VERGOGNEREMO A STARE A CASA PAGATI, ABBIAMO GIÀ DATO IN FATICA E SALUTE SULL’ALTOFORNO E IN ACCIAIERIA, ORA È TEMPO DI CURARCI, RESPIRARE ARIA BUONA, STUDIARE PER ISTRUIRCI, SCRIVERE POESIE …

CHI SI SCANDALIZZA PER QUESTA NOSTRA SOLUZIONE VADA LUI A GUADAGNARSI IL PANE NEL CALDO E NEL FUMO DI UNA FABBRICA SIDERURGICA, E PROVI L’EBBREZZA DI DIVENTARE INSERVIBILE ANCHE PER QUESTO LAVORO DI MERDA.

PARTITO OPERAIO
PER CONTATTI: partito.operaio@gmail.com

Messaggio distribuito in originale (formato pdf)

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.