RAPPORTO SU UNA ASSEMBLEA DI FABBRICA

I capi sindacali continuano a nascondere la realtà. Assemblee poco partecipate, operai poco coinvolti, ma dichiarano lo stesso che la loro piattaforma va bene per la maggioranza dei metalmeccanici. Le assemblee svoltesi nelle aziende metalmeccaniche per il rinnovo del contratto nazionale hanno avuto molti esiti negativi per il sindacato, sia per la scarsa partecipazione, sia perché c’è l’idea diffusa che la piattaforma contenga in modo insufficiente rivendicazioni vere degli interessi operai. Facciamo un esempio. In un’azienda metalmeccanica milanese di 130 operai e impiegati, i presenti erano 15 operai e tre funzionari di Fiom, Fim e Uilm, che hanno letto, […]

I capi sindacali continuano a nascondere la realtà. Assemblee poco partecipate, operai poco coinvolti, ma dichiarano lo stesso che la loro piattaforma va bene per la maggioranza dei metalmeccanici.

Le assemblee svoltesi nelle aziende metalmeccaniche per il rinnovo del contratto nazionale hanno avuto molti esiti negativi per il sindacato, sia per la scarsa partecipazione, sia perché c’è l’idea diffusa che la piattaforma contenga in modo insufficiente rivendicazioni vere degli interessi operai. Facciamo un esempio.
In un’azienda metalmeccanica milanese di 130 operai e impiegati, i presenti erano 15 operai e tre funzionari di Fiom, Fim e Uilm, che hanno letto, ma non spiegato, la piattaforma per circa 45 minuti, dando solo 15 minuti per fare domande o dibattere. E senza dire nulla sul fallimento del contratto nazionale precedente, che non ha portato nessun reale aumento salariale, né tutela di diritti.
Questo metodo di fare sindacato allontana gli operai, è una strategia che porta il sindacato ad avere una sedia nei tavoli istituzionali, senza portare risultati positivi per gli operai. Per loro, i funzionari, è sufficiente entrare nelle fabbriche per fare assemblee, e in molti casi firmare verbali fasulli, per fare credere che gli operai sono coinvolti. Ma non è così, gli operai sono stanchi di sentire questi burocrati, che non sanno cosa vuol dire lavorare in fabbrica.
Siamo di fronte ad un altro contratto con richieste al ribasso per gli operai, sia negli aumenti salariali, che sulla parte normativa e sicurezza su luoghi di lavoro, dove, come sappiamo, muoiono 4 operai al giorno, e i sindacati fanno finta di niente.
Ancora una volta abbiamo votato NO a questo ennesimo contratto fasullo.
Un operaio metalmeccanico

Facebook Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.