SINO A QUANDO STAREMO A GUARDARE ?

Caro Operai Contro, ancora una strage di operai per il profitto: 3 operai sono morti sul lavoro, altri in pericolo di vita. Stavolta è accaduto a Milano. Sino quando staremo a guardare? Ogni volta che ci colpiscono con i licenziamenti, mi rifaccio la domanda: Sino quando staremo a guardare? Ogni giorno facciamo finta di non vedere, o di illuderci che non tocca noi muoverci, ci nascondiamo dietro noi stessi. Sino quando staremo a guardare? Come è possibile sopportare che la nostra vita debba dipendere da un padrone? Come è possibile che per poter sopravvivere dobbiamo sperare in un padrone […]

Caro Operai Contro,

ancora una strage di operai per il profitto: 3 operai sono morti sul lavoro, altri in pericolo di vita. Stavolta è accaduto a Milano. Sino quando staremo a guardare?

Ogni volta che ci colpiscono con i licenziamenti, mi rifaccio la domanda: Sino quando staremo a guardare?

Ogni giorno facciamo finta di non vedere, o di illuderci che non tocca noi muoverci, ci nascondiamo dietro noi stessi. Sino quando staremo a guardare?

Come è possibile sopportare che la nostra vita debba dipendere da un padrone? Come è possibile che per poter sopravvivere dobbiamo sperare in un padrone o in un azienda che ci sfrutta perché loro possano arricchirsi? Quando ci decideremo a mettere fine a questa barbarie?

Ti mando i miei dati e la mia disponibilità a incontrarmi con altri operai e discutere come muoverci e organizzarci in fabbrica contro il padrone, per mettere fine a questo sistema sociale. Sono interessato a discutete del partito operaio e capire cosa devono concretamente fare i suoi appartenenti.

Saluti da un lettore operaio di Monfalcone

 

Ti mando un articolo da Il Piccolo di Trieste
La Eaton di Monfalcone annuncia la chiusura. 150 lavoratori a rischio. L’annuncio, a sorpresa, dei vertici aziendali della multinazionale alle Rsu. La decisione sarebbe immediatamente esecutiva
GORIZIA – La Eaton di Monfalcone (Gorizia), fabbrica di elettromeccanica, rischia la chiusura. Lo hanno comunicato stamani i vertici della stessa azienda precisando che si tratta di una decisione immediatamente esecutiva. La fabbrica occupa circa 150 lavoratori più poche altre unità di indotto e fa capo alla omonima multinazionale.

La decisione di chiusura, secondo quanto si è appreso, è stata presa senza coinvolgere le istituzioni, con le quali pur in passato era stato intrapreso un percorso per risolvere crisi temporanee.
L’assessore Fvg al Lavoro, Loredana Panariti, si è recata in fabbrica e ha incontrato le Rsu.

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.