Archive for 15 Gennaio, 2018

  • Cento anni dalla Rivoluzione russa, ognuno la racconta secondo i propri interessi di classe. I ricchi la maledicono, gli storici borghesi la reinterpretano come un colpo di stato di un uomo, di un partito. A chi vive di nostalgia basta uno sventolio di bandiere. Per noi è stata la presa del potere da parte degli operai. Per l’occasione abbiamo prodotto un opuscolo di 85 pagine in formato A5: “Il giorno che gli operai presero il potere” “Decreti attuativi della rivoluzione russa” Qui allegate potete trovare le prime 10 pagine che ne spiega il contenuto. L’opuscolo ha un prezzo di […] 0

    il giorno che gli operai presero il potere

    Cento anni dalla Rivoluzione russa, ognuno la racconta secondo i propri interessi di classe. I ricchi la maledicono, gli storici borghesi la reinterpretano come un colpo di stato di un uomo, di un partito. A chi vive di nostalgia basta uno sventolio di bandiere. Per noi è stata la presa del potere da parte degli operai. Per l’occasione abbiamo prodotto un opuscolo di 85 pagine in formato A5: “Il giorno che gli operai presero il potere” “Decreti attuativi della rivoluzione russa” Qui allegate potete trovare le prime 10 pagine che ne spiega il contenuto. L’opuscolo ha un prezzo di […]

    Continue Reading

  • Poesia di Nazim Hikmet. Pietrogrado 1917 Al palazzo d’inverno, Kerenskij, A Smolmi, i soviet e Lenin. Nella strada, le tenebre la neve il vento e loro. Loro, sanno che Lenin ha detto: «Ieri troppo presto, domani troppo tardi, il solo momento è oggi». E loro hanno detto: «Va bene, lo sappiamo». Mai hanno saputo nulla di un sapere così perfetto e implacabile. Sulla neve, la note sulla neve, il vento e loro reduci dal fronte, coi loro camion le loro baionette le loro mitragliatrici le loro nostalgie speranze appetiti sacri e gli occhi spalancati nelle tenebre marciano. Marciano sul […] 0

    A cento anni dalla rivoluzione Russa. Il giorno che gli operai presero il potere

    Poesia di Nazim Hikmet. Pietrogrado 1917 Al palazzo d’inverno, Kerenskij, A Smolmi, i soviet e Lenin. Nella strada, le tenebre la neve il vento e loro. Loro, sanno che Lenin ha detto: «Ieri troppo presto, domani troppo tardi, il solo momento è oggi». E loro hanno detto: «Va bene, lo sappiamo». Mai hanno saputo nulla di un sapere così perfetto e implacabile. Sulla neve, la note sulla neve, il vento e loro reduci dal fronte, coi loro camion le loro baionette le loro mitragliatrici le loro nostalgie speranze appetiti sacri e gli occhi spalancati nelle tenebre marciano. Marciano sul […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, dopo la carneficina di Mosul compiuta dagli USA, dal loro governo di Bagdad, dai mercenari curdi, le dichiarazioni sulla guerra finita si sono sprecate. Era una frottola L’Iraq,  si presenta come una sorta di moderno Stato feudale, in cui porzioni di territorio sono controllate e governate da nuovi poteri emergenti, gruppi militari, miliziani e capi locali. Si aggrava a 38 morti e oltre cento feriti il bilancio del duplice attentato compiuto a Baghdad, secondo quanto riferiscono media panarabi che citano fonti del ministero degli interni iracheno. In precedenza si era riferito di 25 uccisi e […] 0

    IRAQ GLI ATTENTATI CONTINUANO

    Redazione di Operai Contro, dopo la carneficina di Mosul compiuta dagli USA, dal loro governo di Bagdad, dai mercenari curdi, le dichiarazioni sulla guerra finita si sono sprecate. Era una frottola L’Iraq,  si presenta come una sorta di moderno Stato feudale, in cui porzioni di territorio sono controllate e governate da nuovi poteri emergenti, gruppi militari, miliziani e capi locali. Si aggrava a 38 morti e oltre cento feriti il bilancio del duplice attentato compiuto a Baghdad, secondo quanto riferiscono media panarabi che citano fonti del ministero degli interni iracheno. In precedenza si era riferito di 25 uccisi e […]

    Continue Reading

  • per il dibattito L’imperialismo non ha eliminato gli antagonismi fra le classi, esso ha soltanto sostituito – alle antiche – nuove classi, nuove condizioni di oppressione, nuove forme di lotta che, se non controllate, possono far tremare dalle fondamenta il sistema. Le contraddizioni del sistema capitalista fra sfruttati e sfruttatori generano costantemente conflitti. In una società divisa in classi, i conflitti latenti e ineliminabili esplodono periodicamente e si manifestano in tutta la loro violenza durante le crisi economiche. Nelle crisi mentre pochi borghesi si arricchiscono a dismisura, alcune classi sociali sono penalizzate, altre perdono i loro privilegi. La borghesia […] 1

    POTERE OPERAIO E ORGANIZZAZIONE COMUNISTA

    per il dibattito L’imperialismo non ha eliminato gli antagonismi fra le classi, esso ha soltanto sostituito – alle antiche – nuove classi, nuove condizioni di oppressione, nuove forme di lotta che, se non controllate, possono far tremare dalle fondamenta il sistema. Le contraddizioni del sistema capitalista fra sfruttati e sfruttatori generano costantemente conflitti. In una società divisa in classi, i conflitti latenti e ineliminabili esplodono periodicamente e si manifestano in tutta la loro violenza durante le crisi economiche. Nelle crisi mentre pochi borghesi si arricchiscono a dismisura, alcune classi sociali sono penalizzate, altre perdono i loro privilegi. La borghesia […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, riferendomi all’articolo che hai pubblicato ieri, voglio segnalare che non solo Bentivogli segretario nazionale della Fim Cisl, promuove “piani del lavoro per l’Industria 4.0”. Anche Landini Segretario nazionale della Cgil, promuove piani di lavoro per l’industria. Allego qui sotto un articolo sul “piano del lavoro per l’industria cuneese”. Incontro organizzato dalla Cgil di Cuneo con l’intervento di Maurizio Landini, un competitore per la carica di segretario generale della Cgil, quando la Camusso arriverà a fine mandato. Se “Il piano del lavoro per l’industria cuneese” andrà in porto, saranno gli operai a subirne le conseguenze: espulsi perché […] 0

    Landini in carriera 4.0

    Caro Operai Contro, riferendomi all’articolo che hai pubblicato ieri, voglio segnalare che non solo Bentivogli segretario nazionale della Fim Cisl, promuove “piani del lavoro per l’Industria 4.0”. Anche Landini Segretario nazionale della Cgil, promuove piani di lavoro per l’industria. Allego qui sotto un articolo sul “piano del lavoro per l’industria cuneese”. Incontro organizzato dalla Cgil di Cuneo con l’intervento di Maurizio Landini, un competitore per la carica di segretario generale della Cgil, quando la Camusso arriverà a fine mandato. Se “Il piano del lavoro per l’industria cuneese” andrà in porto, saranno gli operai a subirne le conseguenze: espulsi perché […]

    Continue Reading