Archive for 14 Gennaio, 2018

  • Caro Operai Contro, Calenda ministro dello Sviluppo, e Bentivogli segretario nazionale della Fim Cisl, disegnano il ” nuovo patto per la fabbrica”. Dietro il paravento della “Formazione continua” i due intrepidi progettisti, suggeriscono ai padroni come sfruttare di più e meglio gli operai, attraverso l’Industria 4.0. “Così si sostiene la produttività dell’Italia” ci tengono a precisare, e con essa – aggiungiamo noi – i profitti per i padroni. Finora le aziende affidavano ai propri uffici tecnici, lo studio dei “tempi e metodi” per la massima resa dello sfruttamento operaio. A questi ora si è affiancato anche il bravo sindacalista […] 0

    Industria 4.0, il piano “bis” di Calenda-Bentivogli

    Caro Operai Contro, Calenda ministro dello Sviluppo, e Bentivogli segretario nazionale della Fim Cisl, disegnano il ” nuovo patto per la fabbrica”. Dietro il paravento della “Formazione continua” i due intrepidi progettisti, suggeriscono ai padroni come sfruttare di più e meglio gli operai, attraverso l’Industria 4.0. “Così si sostiene la produttività dell’Italia” ci tengono a precisare, e con essa – aggiungiamo noi – i profitti per i padroni. Finora le aziende affidavano ai propri uffici tecnici, lo studio dei “tempi e metodi” per la massima resa dello sfruttamento operaio. A questi ora si è affiancato anche il bravo sindacalista […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, Le sollevazioni di dicembre in Iran non sono state uno scoppio di rabbia improvviso e inaspettato. Gli operai iraniani conducono da mesi una lotta economica di difesa contro il caro vita e l’inflazione per ottenere aumenti in busta paga e in alcuni casi anche gli arretrati non ancora ricevuti. Dal poco che filtra dalla censura si riesce a capire che queste lotte, che si esprimono con manifestazioni e cortei, devono subito fare i conti con l’apparato repressivo dei corpi speciali di polizia, come ad Arak , importante città industriale, durante uno sciopero lo scorso settembre. […] 0

    IRAN – LO SCIOPERO GENERALE

    Redazione di Operai Contro, Le sollevazioni di dicembre in Iran non sono state uno scoppio di rabbia improvviso e inaspettato. Gli operai iraniani conducono da mesi una lotta economica di difesa contro il caro vita e l’inflazione per ottenere aumenti in busta paga e in alcuni casi anche gli arretrati non ancora ricevuti. Dal poco che filtra dalla censura si riesce a capire che queste lotte, che si esprimono con manifestazioni e cortei, devono subito fare i conti con l’apparato repressivo dei corpi speciali di polizia, come ad Arak , importante città industriale, durante uno sciopero lo scorso settembre. […]

    Continue Reading