Ocse: le “ambiziose riforme industriali” dell’industria 4.0.

Caro Operai Contro, l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione economica europea), plaude per i miliardi di euro che in nome dell’Industria 4.0, il governo italiano sta regalando ai padroni in Italia. L’Ocse è l’organismo per la “cooperazione” dei padroni sui sistemi più proficui dello sfruttamento degli operai. Sostenendo il governo italiano che finanzia i rispettivi padroni, sostiene e spinge che ogni governo dei paesi aderenti all’Ocse, finanzi i propri padroni. Coalizzati nella loro “cooperazione”, i padroni europei possono anche bussare soldi e agevolazioni all’Europa stessa, per contrastare la concorrenza dei padroni extra europei. E le chiamavano: “ambiziose riforme industriali”. Saluti […]

Caro Operai Contro,

l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione economica europea), plaude per i miliardi di euro che in nome dell’Industria 4.0, il governo italiano sta regalando ai padroni in Italia. L’Ocse è l’organismo per la “cooperazione” dei padroni sui sistemi più proficui dello sfruttamento degli operai. Sostenendo il governo italiano che finanzia i rispettivi padroni, sostiene e spinge che ogni governo dei paesi aderenti all’Ocse, finanzi i propri padroni. Coalizzati nella loro “cooperazione”, i padroni europei possono anche bussare soldi e agevolazioni all’Europa stessa, per contrastare la concorrenza dei padroni extra europei.

E le chiamavano: “ambiziose riforme industriali”.

Saluti O. V.

 

(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Ocse: Industria 4.0 va nella giusta direzione Italia ha introdotto ambiziose riforme industriali

Il governo italiano “ha recentemente introdotto una serie di ambiziose riforme industriali (Piano Industria 4.0) con l’obiettivo di innescare un cambiamento radicale del sistema produttivo italiano propizio all’adozione e l’uso di nuove tecnologie ad alto valore aggiunto”. E’ quanto scrive l’Ocse nel rapporto sulle competenze, sottolineando che “i nuovi interventi legati al piano Industria 4.0 sono un passo nella giusta direzione poiché stimolano l’adozione di nuove tecnologie e rafforzano la domanda di competenze digitali”. Ciò detto, prosegue l’Ocse, “affinché le misure Industria 4.0 siano realmente efficaci, la qualità e la tipologia delle competenze sviluppate dai lavoratori italiani, così come quelle dalla classe manageriale italiana, dovranno sottostare una sostanziale trasformazione”.(ANSA).

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.