TUTTI A GRIDARE CHE IL PIL CRESCE

Redazione di Operai Contro, ISTAT, Confindustria, Governo, Pd gridano che il PIL cresce. Il Centro studi di Confindustria, all’appuntamento con le previsioni macroeconomiche di dicembre, “conferma la crescita del Pil Italiano all’1,5% nel 2017 e la rialza all’1,5% nel 2018 (la precedente stima era del +1,3%)”. Dagli economisti di via dell’Astronomia anche la prima stima sulla crescita attesa per il 2019: “Stima +1,2%”. Ma cos’è il PIL? Ho cercato in Internet ed ho trovato questa definizione: ” Il PIL  esprime il valore complessivo dei beni e servizi finali prodotti all’interno di una nazione in un certo arco di tempo, […]
Condividi:

Redazione di Operai Contro,

ISTAT, Confindustria, Governo, Pd gridano che il PIL cresce.

Il Centro studi di Confindustria, all’appuntamento con le previsioni macroeconomiche di dicembre, “conferma la crescita del Pil Italiano all’1,5% nel 2017 e la rialza all’1,5% nel 2018 (la precedente stima era del +1,3%)”. Dagli economisti di via dell’Astronomia anche la prima stima sulla crescita attesa per il 2019: “Stima +1,2%”.

Ma cos’è il PIL?

Ho cercato in Internet ed ho trovato questa definizione: ” Il PIL  esprime il valore complessivo dei beni e servizi finali prodotti all’interno di una nazione in un certo arco di tempo, solitamente un anno.”

I produttori di beni e servizi sono operai e lavoratori

Se il PIL cresce vuol dire che i padroni ci fanno sgobbare di più.

Dalle vostre pagine rilevo l’aumento dei licenziamenti, l’aumento dei ritmi, la crescita del lavoro precario, l’aumento della CIG.

Di cosa dovrebbero essere felici operai e lavoratori

Il PIL cresce, ma i nostri salari diminuiscono

Gli unici a dover essere felici sono i padroni.

Vorrei che su questo argomento si aprisse un dibattito

Un operaio di Genova

Condividi:

Facebook Comments

Comments Closed

Comments are closed. You will not be able to post a comment in this post.