Archive for Novembre, 2017

  • Redazione di operai contro, “Ora la guerra è più vicina”. Queste sono le parole  pronunciate dall’ambasciatrice americana all’Onu Nikki Haley, durante il consiglio di sicurezza sulla Corea del Nord. Mentre pochi minuti prima, durante un comizio in Missouri, Donald Trump era tornato ad attaccare sul piano personale il dittatore di Pyongyang, Kim Jong-un, deridendolo e descrivendolo come un “cagnolino malato”. “The little rocket man”, il piccolo uomo-missile, ha ripetuto davanti ai suoi calorosi sostenitori. I grandi paesi imperialisti hanno le armi atomiche. Le usano contro i picoli per difendere i loro interessi, ma sono pronti ad usarle nella terza guerra […] 0

    Usa all’Onu: “Ora la guerra è vicina”

    Redazione di operai contro, “Ora la guerra è più vicina”. Queste sono le parole  pronunciate dall’ambasciatrice americana all’Onu Nikki Haley, durante il consiglio di sicurezza sulla Corea del Nord. Mentre pochi minuti prima, durante un comizio in Missouri, Donald Trump era tornato ad attaccare sul piano personale il dittatore di Pyongyang, Kim Jong-un, deridendolo e descrivendolo come un “cagnolino malato”. “The little rocket man”, il piccolo uomo-missile, ha ripetuto davanti ai suoi calorosi sostenitori. I grandi paesi imperialisti hanno le armi atomiche. Le usano contro i picoli per difendere i loro interessi, ma sono pronti ad usarle nella terza guerra […]

    Continue Reading

  • “Non voglio morire! Non voglio morire!”. Le grida degli operai della Thyssenkrupp, divorati dalle fiamme la notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, risuonano nitide nella registrazione della telefonata al 118. “C’è stato un incendio. Abbiamo cercato di spegnerlo: senza riuscirci, senza niente. I ragazzi sono bruciati”, urla chi chiama i soccorsi. Quei lamenti, quegli strilli di dolore, quelle richieste disperate d’aiuto sembrano riecheggiare ancora adesso nel capannone dello stabilimento siderurgico torinese. Da tre anni, in corso Regina 400, vanno avanti le operazioni di pulizia e di messa in sicurezza. Gli addetti ai lavori hanno lavato i […] 0

    Thyssen, nella fabbrica della morte dieci anni dopo

    “Non voglio morire! Non voglio morire!”. Le grida degli operai della Thyssenkrupp, divorati dalle fiamme la notte tra il 5 e il 6 dicembre 2007, risuonano nitide nella registrazione della telefonata al 118. “C’è stato un incendio. Abbiamo cercato di spegnerlo: senza riuscirci, senza niente. I ragazzi sono bruciati”, urla chi chiama i soccorsi. Quei lamenti, quegli strilli di dolore, quelle richieste disperate d’aiuto sembrano riecheggiare ancora adesso nel capannone dello stabilimento siderurgico torinese. Da tre anni, in corso Regina 400, vanno avanti le operazioni di pulizia e di messa in sicurezza. Gli addetti ai lavori hanno lavato i […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, una lavoratrice metalmeccanica riceve una lettera di trasferimento a centinaia di chilometri da casa e dalla fabbrica, Dovrebbe abbandonare figli, famiglia e propri cari per non perdere il posto di lavoro. Si ribella, chiede aiuto, denuncia la questione in assemblea. Non si capisce come andrà a finire. Dopo pochi mesi riceve una lettera di contestazione per un lavoro che secondo il padrone non avrebbe svolto. La lavoratrice controlla e risulta che quel giorno era a casa e fruiva del riposo. Anche questa è una violenza da denunciare e condannare senza indugi! Un operaio Facebook Comments 0

    Indotto Fiat di Melfi:

    Redazione di operai contro, una lavoratrice metalmeccanica riceve una lettera di trasferimento a centinaia di chilometri da casa e dalla fabbrica, Dovrebbe abbandonare figli, famiglia e propri cari per non perdere il posto di lavoro. Si ribella, chiede aiuto, denuncia la questione in assemblea. Non si capisce come andrà a finire. Dopo pochi mesi riceve una lettera di contestazione per un lavoro che secondo il padrone non avrebbe svolto. La lavoratrice controlla e risulta che quel giorno era a casa e fruiva del riposo. Anche questa è una violenza da denunciare e condannare senza indugi! Un operaio Facebook Comments

    Continue Reading

  • Redazione di operai Contro, alla CGIL non basta che il governo controlli il diritto di sciopero dei lavoratori dei trasporti. Alla CGIL non basta più la legge 146/90 vuole una legge sulla rappresentanza. “La legge 146/90, che regolamenta il diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, è una buona legge che ha funzionato e continua a farlo, per questo va difesa, serve però una legge sulla rappresentanza”. È quanto ha detto il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Colla, Per il dirigente del sindacato CGIL “il tema del diritto di sciopero continuerà ad essere al centro del dibattito politico anche […] 0

    Cgil: serve una legge sulla rappresentanza

    Redazione di operai Contro, alla CGIL non basta che il governo controlli il diritto di sciopero dei lavoratori dei trasporti. Alla CGIL non basta più la legge 146/90 vuole una legge sulla rappresentanza. “La legge 146/90, che regolamenta il diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali, è una buona legge che ha funzionato e continua a farlo, per questo va difesa, serve però una legge sulla rappresentanza”. È quanto ha detto il segretario confederale della Cgil, Vincenzo Colla, Per il dirigente del sindacato CGIL “il tema del diritto di sciopero continuerà ad essere al centro del dibattito politico anche […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, gli operai della Froneri di Parma hanno manifestato e poi presidiato a Vevey in Svizzera davanti alla sede della casa madre Nestlè, ribadendo “la loro determinazione nel lottare per evitare i licenziamenti”. In solidarietà agli operai della Froneri, hanno partecipato anche delegazioni operaie provenienti dagli stabilimenti Nestlé in Germania e in Svizzera. La concreta solidarietà alla lotta dagli operai di altri paesi è un fatto molto importante. Un segnale significativo se si considera che anche lo sciopero degli operai Amazon in Italia di pochi giorni fa, ha avuto il sostegno degli operai Amazon in Germania, che […] 0

    Operai Nestlé e Amazon: prove di solidarietà nella lotta

    Caro Operai Contro, gli operai della Froneri di Parma hanno manifestato e poi presidiato a Vevey in Svizzera davanti alla sede della casa madre Nestlè, ribadendo “la loro determinazione nel lottare per evitare i licenziamenti”. In solidarietà agli operai della Froneri, hanno partecipato anche delegazioni operaie provenienti dagli stabilimenti Nestlé in Germania e in Svizzera. La concreta solidarietà alla lotta dagli operai di altri paesi è un fatto molto importante. Un segnale significativo se si considera che anche lo sciopero degli operai Amazon in Italia di pochi giorni fa, ha avuto il sostegno degli operai Amazon in Germania, che […]

    Continue Reading

  • Nell’ottobre del 2012 la FIOM pubblicava il volantino che trovate sotto in cui esprimeva assoluta contrarietà alla polizza di sanità integrativa che Fim e Uilm avevano inserito sul contratto nazionale. Quel contratto nazionale non è stato firmato dalla FIOM per i peggioramenti normativi e salariali rispetto al precedente contratto del 2008. A distanza di 4 anni, nel dicembre 2016, la FIOM con la firma sul nuovo contratto nazionale, recepisce in pieno tutto quanto previsto dal ccnl del 2012, compresa Metasalute, e accetta ulteriori peggioramenti sia normativi che salariali. E persino fa le assemblee per dire ai lavoratori che Metasalute […] 0

    Metasalute: anche la FIOM ora propaganda la sanità integrativa…

    Nell’ottobre del 2012 la FIOM pubblicava il volantino che trovate sotto in cui esprimeva assoluta contrarietà alla polizza di sanità integrativa che Fim e Uilm avevano inserito sul contratto nazionale. Quel contratto nazionale non è stato firmato dalla FIOM per i peggioramenti normativi e salariali rispetto al precedente contratto del 2008. A distanza di 4 anni, nel dicembre 2016, la FIOM con la firma sul nuovo contratto nazionale, recepisce in pieno tutto quanto previsto dal ccnl del 2012, compresa Metasalute, e accetta ulteriori peggioramenti sia normativi che salariali. E persino fa le assemblee per dire ai lavoratori che Metasalute […]

    Continue Reading

  • Ricevo da Comitato di sostegno ai lavoratori Fincantieri – Comitato permanente contro le guerre e il razzismo di Marghera (Venezia) il comunicato che volentieri diffondo, riguardante la marcia di protesta dei profughi, rinchiusi nel Centro di accoglienza e assistenza di cittadini stranieri richiedenti la protezione internazionale di Cona (Venezia). La marcia contro le pessime condizioni di «accoglienza» si è svolta a fine novembre e ha avuto una certa eco. In questo Centro, nel gennaio 2017, morì di freddo una giovane ivoriana, Sandrine Bakayoko. La sua morte provocò una giusta rivolta, cui fecero seguito interventi e promesse da parte delle […] 0

    Gestione statale dei profughi: cinismo o scelta?

    Ricevo da Comitato di sostegno ai lavoratori Fincantieri – Comitato permanente contro le guerre e il razzismo di Marghera (Venezia) il comunicato che volentieri diffondo, riguardante la marcia di protesta dei profughi, rinchiusi nel Centro di accoglienza e assistenza di cittadini stranieri richiedenti la protezione internazionale di Cona (Venezia). La marcia contro le pessime condizioni di «accoglienza» si è svolta a fine novembre e ha avuto una certa eco. In questo Centro, nel gennaio 2017, morì di freddo una giovane ivoriana, Sandrine Bakayoko. La sua morte provocò una giusta rivolta, cui fecero seguito interventi e promesse da parte delle […]

    Continue Reading

  • Redazione di Operai Contro, il libero mercato ed il profitto, i pilastri su cui il capitalismo si regge appaiono sempre più inconciliabili con la qualità e la sopravvivenza delle persone. Anche le esigenze più elementari degli uomini e delle donne:gli affetti, i figli,i ritmi biologici entrano in contrasto continuamente con le esigenze della produzione dei padroni. La produzione mercantile è diventata un ostacolo alla produzione sociale, al benessere di tutto il pianeta. Se gli operai non costituiscono una forte organizzazione politica propria sarà impossibile superare il fatiscente modo di produzione. Ti allego il collegamento al comunicato Ansa su quanto […] 0

    IL CAPITALISMO E’ BARBARIE

    Redazione di Operai Contro, il libero mercato ed il profitto, i pilastri su cui il capitalismo si regge appaiono sempre più inconciliabili con la qualità e la sopravvivenza delle persone. Anche le esigenze più elementari degli uomini e delle donne:gli affetti, i figli,i ritmi biologici entrano in contrasto continuamente con le esigenze della produzione dei padroni. La produzione mercantile è diventata un ostacolo alla produzione sociale, al benessere di tutto il pianeta. Se gli operai non costituiscono una forte organizzazione politica propria sarà impossibile superare il fatiscente modo di produzione. Ti allego il collegamento al comunicato Ansa su quanto […]

    Continue Reading

  • Caro Operai Contro, la “buona scuola” ha colpito ancora. Stavolta è toccato a Napoli, non c’è stato nessun crollo ma i vigili hanno dovuto chiudere 3 scuole. Quando Gentiloni subentrò a Renzi alla guida del governo, s’impegnò solennemente a mantenere il livello della “buona scuola”, come aveva fatto Renzi. Bisogna riconoscere che è stato di parola. Saluti da Portici   Allego articolo da Il Mattino di Napoli Martedì 28 Novembre 2017 I vigili chiudono 3 scuole al Vomero: i bambini riaffidati ai genitori Proseguono i controlli a tutela dei minori da parte degli agenti dell’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali […] 0

    “Buona scuola”: chiuse 3 strutture

    Caro Operai Contro, la “buona scuola” ha colpito ancora. Stavolta è toccato a Napoli, non c’è stato nessun crollo ma i vigili hanno dovuto chiudere 3 scuole. Quando Gentiloni subentrò a Renzi alla guida del governo, s’impegnò solennemente a mantenere il livello della “buona scuola”, come aveva fatto Renzi. Bisogna riconoscere che è stato di parola. Saluti da Portici   Allego articolo da Il Mattino di Napoli Martedì 28 Novembre 2017 I vigili chiudono 3 scuole al Vomero: i bambini riaffidati ai genitori Proseguono i controlli a tutela dei minori da parte degli agenti dell’Unità Operativa Tutela Emergenze Sociali […]

    Continue Reading

  • Redazione di operai contro, Francesco il papa dei cattolici romani è andato in Myanmar Ha stretto le mani di feroci assassini: come il premio Nobel per la pace Aung San Suu Ky. Francesco ha ripetuto il solito ritornello sulla pace e il rispetto Intanto soldati e politici massacrano la minoranza etnica dei musulmani “rohingya” Francesco ha dato la patente di democratici a questi feroci assassini Del restoi papi di Roma hanno una lunga storia di strette di mano agli assassini un operaio   Facebook Comments 0

    FRANCESCO IN MYANMAR

    Redazione di operai contro, Francesco il papa dei cattolici romani è andato in Myanmar Ha stretto le mani di feroci assassini: come il premio Nobel per la pace Aung San Suu Ky. Francesco ha ripetuto il solito ritornello sulla pace e il rispetto Intanto soldati e politici massacrano la minoranza etnica dei musulmani “rohingya” Francesco ha dato la patente di democratici a questi feroci assassini Del restoi papi di Roma hanno una lunga storia di strette di mano agli assassini un operaio   Facebook Comments

    Continue Reading